La campagna shock contro la violenza sulle donne "Punto su di te"

La campagna di sensibilizzazione "Punto su di te" di Pubblicità Progresso, provocazioni fini a se stesse?

Punto su di te

Punto su di te
La campagna Punto su di te
campagna Punto su di te

Le campagne pubblicitarie contro la violenza sulle donne sono ormai all’ordine del giorno, le troviamo un po’ ovunque, alcune più riuscite di altre, e tutte hanno lo scopo di sensibilizzare le persone su queste problematiche e di far diminuire i casi di violenza. In realtà molto spesso si ottiene ben poco, siamo assuefatti ed abituati alla violenza e nulla ci sconvolge più di tanto, gli occhi neri non ci fanno effetto e allora si va oltre, si provoca e istigano delle reazioni che poi, alla fin fine non lasciano niente di buono. E’ il caso della nuova campagna contro la violenza sulle donne di Pubblicità Progresso “Punto su dite”.

“Punto su dite” è una campagna provocatoria che vuole dimostrare con cosa devono convivere le donne tutti i giorni, in realtà a me sembra un po’ come un tirarsi una zappa sui piedi e soprattutto puntare il dito contro gli uomini in quanto uomini e, come sappiamo, il fare di tutta l’erba un fascio non funziona per nessuno. Pubblicità Progresso ha creato dei cartelloni con dei volti di donna con scritta una frase da completare, ad esempio “Quanto cammino per strada vorrei…”; “Dopo gli studi mi piacerebbe…”; “Quello che chiesto alle istituzioni è…” e così via. Come era prevedibile sotto queste fotografie sono state aggiunte delle frasi poco carine che potete leggere nelle fotografie nella fotogallery. L’inciviltà che si palesa, ma che era anche più che prevedibile.

Questa campagna da un lato offende tutti gli uomini, civili e incivili, che vengono accusati e istigati, dall’altro è poco rispettosa anche verso di noi che, per l’ennesima volta, facciamo la parte delle vittime, delle poverine che ogni giorno devono subire soprusi e discriminazioni.

E’ con la forza e la dignità che si disinnescano certi meccanismi, con l’intelligenza di capire come affrontare la quotidianità, e non cedendo alle provocazioni, da qualsiasi parte queste arrivino.

Voi che ne pensate?

Punto su di te shock
La campagna shock Punto su di te

Foto | Pubblicità Progresso

  • shares
  • Mail