Talloni screpolati: cosa fare per risolvere il problema?

talloniscrepolaticomerisolvereilproblema

Per prepararci al meglio alla tanto temuta prova costume estiva ci si cimenta in diete abbatti peso, esercizi specifici per la pancia piatta, depilazione perfetta. Ma quanti sono coloro che si occupano della salute di propri piedi con la stessa solerzia? Sono in particolari i talloni screpolati a vanificare gli sforzi di una cura del corpo impeccabile, perché è un problema che affligge moltissime donne (e non solo) e di cui spesso non ci si cura. Oltre ad essere un problema antiestetico, può essere anche doloroso: tagli e ragadi sono l'estrema conseguenza della secchezza della pelle.

I motivi sono i più disparati: calzature di materiale antitraspirante o irritante, disturbi ormonali (in menopausa il problema si acuisce) o irritazioni dovute a fattori esterni, come la sabbia. Nei casi più disperati il consiglio è quello di fare una pedicure curativa dall'estetista o in un centro podologico. I rimedi fatti in casa sono indicati nei casi in cui i talloni non sono doloranti ma solo molto screpolati, come quello di strofinare sulla zona del limone spremuto e lasciarlo agire per almeno mezz'ora, dopo di che sciacquare con acqua tiepida e applicare della vaselina, possibilmente coprendo i piedi con delle calze di cotone.

Anche la prevenzione gioca un ruolo fondamentale: è sufficiente spalmare sui talloni e su tutto il piede una crema emolliente specifica ogni sera, in commercio ne esistono di di ogni tipo e marca. Tra le ricette naturali vanno benissimo le applicazioni di olio d'oliva oppure di olio di mandorle dolci, burro di karitè e olio di cocco, sempre con l'accortezza di mettersi i calzini dopo l'applicazione.

Foto | TM News

  • shares
  • Mail