È un bugiardo? Ecco gli indizi per smascherarlo

Sembrerà la sagra dello stereotipo (o della paranoia femminile, anche), ma tutti sappiamo che lo stereotipo, dopotutto, non fa che cristallizzare un aspetto delle cose, assolutizzandolo. Parte però pur sempre da un dato realmente osservabile.

Fatta questa dovuta premessa, parliamo degli indizi che possono farci capire se lui è un bugiardo… sì, insomma, se ci sta prendendo in giro, visto che a volte, annebbiate dall’amore, tendiamo a farci sfuggire certi atteggiamenti che urlano a chiara voce quanto sia mascalzone il bel tomo che ci siamo scelte. AllWomensTalk ha individuato dieci segnali fondamentali.

Primo e più evidente segnale, un’improvvisa esagerata attenzione al look. Se fino a qualche tempo prima sbuffava al solo pensiero di accompagnarvi per negozi o al vedervi applicare la maschera nutriente per la pelle, ma adesso fa attenzione ad appaiare i calzini coordinandoli alla camicia o passa interi quarti d’ora a improfumarsi… forse ha individuato una nuova preda da accalappiare?

Se inizia a trovare scuse per rientrare sempre più tardi dal lavoro, a partecipare a fantomatiche riunioni di cui ignorate sistematicamente luogo e partecipanti, se prende il vizio di telefonarvi a tarda sera dicendo che farà tardi quando è già irrimediabilmente in ritardo… forse potreste iniziare a preoccuparvi.

È diventato fanatico dell’auto, che mantiene splendente e pulita e vi ha vietato di lasciarvi i vostri guanti o qualunque cosa possa essere riconducibile ad una presenza femminile? Non potete averne la prova, almeno finché non troverete qualcosa di compromettente sotto un sedile, ma iniziate a insospettirvi pure.

Nessun dubbio invece sull’evidenza del capello: trovare sulla sua camicia un lungo capello biondo quando voi siete more, o riccio mentre voi siete ultralisce, è decisamente compromettente. Soprattutto se inizia ad inventare fortuiti incontri con cugine o vecchie compagne di scuola per giustificarsi.

Attenzione anche se inizia a chiudersi in bagno durante la doccia o se tentenna quando è il momento di cambiare la camicia e siete nella stessa camera. Avrà mica un inconfondibile succhiotto da nascondere? Va bene, questo è un po’ troppo al limite della paranoia.

Ma se rifiuta le vostre cenette accampando la scusa del mal di pancia? Una donna sospettosa potrebbe pensare che ha già consumato altrove il suo pasto, specialmente se è nota la sua voracità a tavola.

Una variante dell’evidenza del capello, invece, è l’evidenza del profumo. Se torna a casa con la camicia impregnata di una fragranza indubitabilmente femminile, normalmente scatta l’interrogatorio. Attenzione alle scuse che accampa, soprattutto se comprendono l’idea di farvi un regalo e aver provato personalmente il profumo che potrebbe piacervi.

Ma forse la prova più evidente eppure meno manifesta del tradimento non sono le bugie in senso stretto, ma il modo in cui le dice. Di solito un bugiardo, anche il più scafato, tende a distogliere lo sguardo dalla sua vittima. La prova degli occhi è lampante.

Se poi ha anche creato una nuova casella di posta con password segretissima e passa troppo tempo al pc, verrebbe pure da pensare che abbia qualche contatto da nascondere, contando sul vostro rispetto per la sua privacy.

Oppure, variante del caso precedente, ha chiesto di dividere i vostri conti in banca o ne ha aperto un altro personale? Ahi, ahi, non è che sta nascondendo certe spese che a voi sono state fermamente negate, come un acquisto da Tiffany…?

Insomma, a meno che il vostro bugiardo non sia degno dell’Oscar come miglior attore protagonista (del tradimento) almeno uno di questi segnali può essere interpretato da ogni donna come un piccolo all’erta. Se poi si dimostra del tutto innocente, meglio così. Ma sarà bene tenere gli occhi aperti, tuttavia, seppur con un tocco di ironia (foss’anche solo per rigirare la frittata e buttarla sullo scherzo se lui si rivela limpido come una fonte di montagna).

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail