Luma al Huzein, la prima donna saudita ad ottenere il brevetto da cosmonauta della Nasa

Dopo essere diventata la prima donna pilota dell’Arabia Saudita, l’eroina dell’emancipazione femminile nel mondo arabo, Luma al Huzein, ha ottenuto il brevetto da cosmonauta della Nasa, l'agenzia spaziale statunitense.

Volare la eccita, e nessuno potrà di impedirle di continuare a farlo. Ora è alla ricerca di uno sponsor che le permetta di realizzare questo suo sogno, e considerata la patria da dove proviene non sarà certo difficile trovarlo.

Luma ha già effettuato diverse simulazioni di assenza di gravità utilizzando l'aereo della società di turismo spaziale “Usa Zero G”, un aereo cargo equipaggiato di speciali attrezzature: permette di provare l’emozione del galleggiamento nell'aria (per via della traiettoria a parabola che l’aereo stesso percorre, per circa 30 secondi ogni volta).

Questa donna straordinaria, non solo per l’impresa che sta per compiere ma soprattutto per il coraggio del progresso sociale, è determinata a vivere questo viaggio nello spazio, seppure solo turistico, e per la tuta che dovrà portare ha già chiesto, e ottenuto, di vestirne una che oltre alla bandiera Usa ne porti altre tre: quella saudita, quella palestinese ("perché quando prego penso a loro") e quella siriana (il suo paese di nascita).

Facendo sua l’esclamazione di Neil Armstrong quando mise piede sulla Luna: “E’ un piccolo passo per una donna saudita, ma è un balzo gigantesco per tutte le donne arabe”.

Fonte: Avionews

  • shares
  • Mail