I veri amici non sono mai più di 8, la nostra capacità affettiva è limitata

Quanti possono essere i veri amici? Uno studio ha dimostrato che non vanno oltre i 6 - 8

veri-amici
Con l’arrivo dei social network tante cose sono cambiate, è più semplice mantenere i rapporti con i nostri amici, con gli ex amici, ma anche conoscere gente nuova, intrecciare vite e relazioni che, in altre situazioni, non avremmo mai incontrato. Ma Facebook & Co. hanno anche cambiato il significato di alcune parole, i termine “amici” non è mai stato abusato come adesso, si parla in un modo che è molto lontano dalla realtà.

Mentre si fa a gara a chi ha più amici e più seguaci, la scienza ci dimostra che i veri amici non sono mai più di 5 – 8, la nostra capacità affettiva è limitata e non è un aggiungere continuo, ma più un sostituire, un restringere la cerchia delle amicizie ad un numero compatibile con quello che riusciamo a gestire e a coltivare. La ricerca è stata effettuata dai medici dell’università di Oxford e recentemente è stata pubblicata sulla rivista scientifica Proceedings of the National academy of sciences.

Questo studio è stato molto lungo, un gruppo di ragazzi volontari è stato seguito per 18 mesi, alla fine i risultati sono stati inequivocabili ed è stato chiaro che, per quanto socievoli, i veri amici non superano le 8 persone, che cambiano nel tempo ma restano mediamente costanti. Felix Reed-Tsochas della Saïd Business School ha dichiarato:

"Nonostante la comunicazione sociale sia oggi più semplice che mai sembra che la nostra capacità di intrattenere relazioni emotivamente intense sia limitata. Mentre questa cifra muta da persona a persona ciò che rimane stabile in tutti i casi è che gli individui sono in grado, in ogni fase della vita, di portare avanti relazioni stabili solo con un piccolo gruppo di persone”.

Robin Dunbar ha aggiunto:

“Quando nuovi membri si aggiungono alcuni vecchi sono rimpiazzati . Questo si deve probabilmente a una combinazione fra poco tempo a disposizione per le comunicazioni e il grosso sforzo cognitivo ed emotivo richiesto per portare avanti delle relazioni”

Voi che ne pensate?

Foto | da Flickr di glennharper

  • shares
  • Mail