Perché è difficile affrontare i cambiamenti?

Positivi o negativi che siano, l'equilibrio viene turbato e arriva il confronto con qualcosa che non si conosce. Il segreto risiede nella capacità di accoglimento.

Affrontare i cambiamenti non è mai facile
Quando nella vita qualcosa cambia, è normale sentire paura, insicurezza e stress, incluso quando il cambiamento è positivo. Questo succede perché l’essere umano dà tantissimo valore alla stabilità e costruisce la sua vita, nella maggior parte dei casi, sull’abitudine. Qualsiasi tipo di modifica a questo equilibrio produce un confronto verso ciò che non si conosce.

Dal cambiare strada per andare al lavoro fino a decidere di avere un figlio, i cambiamenti sì molto diversi tra loro, ma tutti hanno qualcosa in comune: tutti esigono la necessità di adattamento.

Che cosa ci succede davanti ai cambiamenti?



Forse qualche mutamento è voluto e migliora la nostra vita, tuttavia non possiamo evitare di sentire una certa instabilità. Ci sono persone che sopportano questo stato meglio di altre, e queste sono essenzialmente persone ottimiste, perché accettano con maggior facilità che i cambiamenti fanno parte di noi e della nostra natura.

La riflessione giusta è concepirli non come difficoltà, ma come opportunità per migliorare. E’ nei momenti di crisi che bisogna dare il meglio di noi stessi e non lasciarci vincere dalla paura o dall’insicurezza. E’ un po’ complicato e richiede sforzo, ma è di vitale importanza non fermarsi quando ci si trova ad affrontare un momento negativo.

Un esempio di cambiamento radicale è la perdita di una persona amata. Questa è l’esperienza più dura e difficile che si possa affrontare. In quei momenti non si ha nemmeno la forza di pensare di dover andare avanti e si crede che non potrà mai ridere più. Trovarsi in questo stato d’animo è normalissimo, bisogna darsi il tempo necessario per elaborare il lutto, riflettere e recuperare le forze.

Grande sofferenza si sente anche con la separazione sentimentale, in particolar modo se è di lunga durata e ancora peggio se ci sono figli. Una pezzo di vita se ne va e bisogna ricominciare da zero, ma è importante anche capire che se la coppia è scoppiata quella persona non era la nostra perfetta metà della mela. L’amore tornerà nella nostra vita nel momento in cui lasceremo di nuovo fluire la vita.

Anche il lavoro è fonte di grande stabilità. Perderlo (tenendo in considerazione la grave crisi nella quale versa in nostro Paese da tempo) può diventare drammatico, specialmente se la famiglia dipende da noi.

L’ironia della vita è che anche quando ci succede qualcosa di buono, non possiamo evitare di provare paura. In ambito lavorativo, per esempio, può succedere che dopo aver trovato un nuovo lavoro magari dopo un periodo di disoccupazione, lo accettiamo con allegria, ma anche con l’insicurezza di non esserne all’altezza. Lo stesso succede all’inizio di una nuova relazione, può capitare di sentirsi spaventati perché timorosi che non vada bene oppure perché timorosi di essere traditi o imbrogliati ancora. Anche la nascita di un bebè è un cambiamento drastico che oggi spaventa molto.

Il modo migliore per affrontare i cambiamenti, positivi come negativi, è accoglierli e guardarli con ottimismo e, soprattutto, non aver paura delle opportunità che la vita ci offre. Anche quando non ce lo aspettiamo. I cambiamenti sono la vera dimostrazione che siamo vivi ...

Immagine | psicotaxi

  • shares
  • Mail