Nicole Minetti testimonial del braccialetto Cruciani tricolore

Non c'è limite al peggio. Mai. Sappiamo che parlare di patriottismo potrebbe sembrare, soprattutto in questo periodo, anacronistico ed anche piuttosto inutile. C'è, però, chi ancora crede che abbia un senso e chi, naturalmente la pletora dei personaggi che popolano il nostro Paese, pensa che l'inno di Mameli sia quella graziosa canzoncina che fa da sponsor alle partite di calcio.

No, non è la sigla dei mondiali, lo spot degli europei, il jingle di sottofondo per omoni in mutande che lo biascicano stonando e fremendo perché devono andare a tirare calci ad un pallone. Non è nemmeno la colonna sonora degli avvenimenti sportivi a cui si assiste soprattutto in estate: è il nostro inno nazionale che dovrebbe andare, con il dovuto rispetto, accostato dignitosamente ai colori verde, bianco e rosso.

Tutta questa filippica per un braccialetto? Sì, perché il fatto che la moda della calda stagione 2012 sia attualmente legata all'oramai notissimo monile di stoffa che appare su tantissimi polsi - il mio compreso -, è una di quelle cose carine che vanno di moda, che si regalano, che fanno estate e che tra qualche mese lascerà il posto ad un altro aggeggio ritenuto ancora più trendy.

Qual è, allora, in questo caso che muove all'indignazione o, meglio, per dare la giusta collocazione e importanza ai soggetti coinvolti, che suscita perplessità? Il fatto che la nota casa che ha ideato, prodotto e messo in vendita i braccialetti ha avuto un'idea singolare. A voler essere buoni nella nostra riflessione a tale proposito, infatti, ci limitiamo a narrare i fatti: i suddetti ornamenti hanno spopolato e nel tempo sono apparsi in bella mostra ai polsi di molti vip.

Diciamo che era prevedibile, ma quello che proprio non si comprende è come mai la suddetta casa produttrice abbia sentito la necessità di lanciare una nuova promozione che, come nella migliore tradizione del commercio, porterà a qualche discussione, un po' di polemiche, molta pubblicità, qualche alzata di sopracciglia e il consueto "pensiamo alle cose serie...".

Nicole Minetti, discussa consigliera regionale del Pdl della Lombardia, è diventata testimonial - con lo slogan "Santa subito!" - del nuovo braccialetto in pizzo macramé, edizione limitata, che riporta i colori della bandiera italiana e che era stato ideato per gli atleti che prenderanno parte alle olimpiadi di Londra.

La motivazione del perché di tale scelta e del cambiamento di rotta con il passaggio dai veri atleti a questa atleta esperta nel funambulismo politico, la dà con un comunicato ufficiale la stessa casa di moda:

Per il suo spiccato spirito patriottico. Se lo sport nazionale è attaccare Nicole, allora riteniamo simpatico, ironico e controcorrente dedicarle il braccialetto con i colori della bandiera italiana.

L'Italia chiamò, purtroppo...

Foto | braccialetticruciani, © TM News

  • shares
  • Mail