Il Nepal ferma la protesta rosa: arrestate 600 donne che manifestavano contro la Cina

women pro tibet
Il Tibet ha dato rifugio negli ultimi quarant'anni a circa 20mila tibetani, in fuga dal proprio paese dopo la repressione del 1959. Molti di loro da quel giorni vivono in Nepal ed in Nepal manifestano - come in quasi tutti i paesi del mondo - per esprimere la propria opinione.

In questo caso 600 donne esprimevano la propria diffidenza. Aderivano alla protesta contro Pechino, manifestando pacificamente contro la repressione di Lasha. Il governo Nepalese ha fatto intervenire le proprie forze dell'ordine: moltissime donne sono state arrestate, la manifestazione interrotta e poi dispersa.

Ci si chiede perchè una manifestazione pacifista contro la Cina e non contro il Nepal sia stata considerata un reato in Nepal. Sicuramente perchè Kathmandu ha bisogno del sostegno economico e della forza di Pechino, ma pensate che non vi sia stata anche una volonta specifica delle autorità nepalesi di agire contro una manifestazione di genere o che gli interessi politici sovrastino qualsiasi altra questione?

via | Asianews

  • shares
  • Mail