Primo eco-comandamento: fai attenzione a come lavi i tuoi jeans

JeansEcologia, ecologia e ancora ecologia! Si fa un gran parlare di comportamenti eco-friendly di questi tempi, sia tra chi ci crede veramente, sia tra chi sotto le mentite spoglie di ecologista convinto tenta di speculare una volta di più, ché si sa, l'attenzione all'ambiente fa molto chic.

Cosa possiamo fare noi in concreto per dare il nostro contributo per salvaguardare il nostro bel pianeta? Nulla di più semplice: ci basterà fare attenzione a come laviamo i nostri amati jeans, sì, proprio quel paio che tanto ci piace e che per nulla al mondo vorremmo rischiare di rovinare.

Secondo l'UN Environment Programme, Division of Technology, Industry and Economics, infatti, basterebbe indossare i nostri jeans almeno tre volte, lavarli in acqua non troppo calda, evitare l'asciugatrice e il ferro da stiro per consumare cinque volte meno energia elettrica. Semplice, vero? Come semplice è lo spot voluto dall'Unep in cui due ragazzi a suon di Tecktonic tentano di colpire la coscienza verde dei più giovani.

Eh sì, perché possiamo aiutare l'ambiente non solo scegliendo abiti fabbricati secondo criteri attenti all'ambiente, ma anche, o forse soprattutto, modificando le nostre abitudini casalinghe: attenzione al detersivo- da usare in modiche quantità- e la rinuncia alla centrifuga, ai lavaggi ad alta temperatura, oltre che al ferro da stiro. Con questi pochi accorgimenti potremmo ridurre del 50% l'impatto sui cambiamenti climatici.

  • shares
  • Mail