Alle donne non interessa lavorare nel campo scientifico

Tema quanto mai attuale, e noi di Pink ne abbiamo già parlato diverse volte, anche molto recentemente: la sotto-occupazione femminile nei campi della scienza e dell'ingegneria. Settori interi quasi totalmente dominati dagli uomini, in percentuali altissime. Perchè? Fiumi di inchiostro sono stati spesi e tante tante parole. Si tira in ballo il maschilismo, la famiglia che ostruisce la carriera, le differenti attitudini. E se si trattasse semplicemente di scelte?

Stando a una nuova ricerca, sembrerebbe che siano proprio le donne stesse a scegliere di rinunciare all'impegno nei campi che notoriamente si considerano appannaggio dei maschi. Se si tratta di approcciarsi alla matematica, alla fisica, all'ingegneria, all'informatica, insomma con materie che hanno a che vedere con numeri, logica e scienza, le donne preferiscono fare altro.

Dopo mesi di studi, economisti e scienziati sono giunti alla conclusione che siano le donne stesse a non scegliere alcuni tipi di lavori, e da qui derivano le percentuali effettivamente molto basse di occupazione femminile in diversi settori "maschili". Secondo i dati raccolti, l'orientamento delle donne quando si tratta (spesso ancora all'università) di scegliere la strada da percorrere è nella maggior parte dei casi non orientato per il mondo "matematico".

Logicamente si sta parlando di persone che si possono permettere di scegliere. Di ragazze dotate nel campo della matematica e della scienza, allo stesso modo che i loro compagni maschi. Allora perchè preferiscono impegnarsi altrove? Un fattore del quale i ricercatori non sembrano tenere conto è la decisione ragionata di non imbarcarsi in un mondo che è risaputo essere difficile, così che le donne spesso preferiscono non imbarcarsi a priori nel campo scientifico.

Dove sta la verità? Ci sono davvero delle barriere troppo forti da essere superate oppure le donne si danno per vinte in partenza? Forse che la predisposizione naturale alle scienze matematiche parla raramente femminile? Non dimentichiamoci che ancora molti (specialmente maschi) sono convinti sostenitori della teoria che le donne siano portate per le comunicazioni esterne, per la bella scrittura, per tutto ciò che è parola e creatività, ma sarebbero negate per i numeri, le scienze esatte, il calcolo e il ragionamento logico. Mah...voi che ne pensate?

  • shares
  • Mail