Calcolo della fertilità femminile: come conteggiare il periodo per una gravidanza

Quando si desidera un figlio, è importante che una donna conosca i suoi giorni fertili per programmare una gravidanza. Ecco come fare



Parliamo di un tema importante per tutte le aspiranti mamme: il ccalcolo della fertilità femminile, ovvero come funziona il ciclo ovulatorio e quali sono i giorni più fertili di una donna. Si tratta di un calcolo che varia da donna a donna, e che naturalmente dipende moltissimo anche dalla propria regolarità mestruale.

In una donna fertile, sana, il ciclo dura 28-35 giorni, con un flusso mestruale che regolarmente si presenta tutti i mesi e, soprattutto, con ovulazione. Esistono, infatti, anche cicli anovulatori, in cui la donna ha regolarmente le mestruazioni, ma senza aver prima maturato il suo ovocita.
Calcolo-ferilita

Ma restando nell'ambito della normalità, come si fa a capire quando, esattamente, si stia verificando l'ovulazione? Dobbiamo tenere conto che il ciclo ovulatorio femminile consta di tre fasi precise. La prima fase, definita follicolare, è quella in cui il follicolo ovarico, su stimolazione degli ormoni ipofisari, "cova" una ventina di ovociti da cui verrà selezionato, in modo casuale, quell'unico maturo che poi sarà pronto per essere fecondato.

Questa fase, che comincia dall'ultima mestruazione, è variabile da donna a donna, dura in genere 14-16 giorni e culmina con l'ovulazione vera a propria, ovvero il momento clou della fertilità della donna, che è pronta per una gravidanza. Durante l'ovulazione il follicolo espelle l'ovocita maturo (di solito solo uno per mese, anche se in alcuni casi possono verificarsi due ovulazioni), che si annida nelle tube di Falloppio in attesa di esser fecondato.

In questi giorni la donna percepisce dei sintomi che possono portarla a capire di essere nel picco della sua fertilità: piccole fitte alle ovaie, perdite di muco cervicale dall'aspetto filamentoso e trasparente, simile all'albume dell'uovo, un leggero gonfiore al seno e un aumento della temperatura basale sono i segnali più evidenti.

La donna è particolarmente fertile per circa 2-3 giorni, soprattutto nelle ore che precedono l'ovulazione vera a propria. Successivamente, si arriva alla fase luteale, che è sempre uguale per ogni donna e dura 14 giorni. Gradualmente la fertilità cala e le probabilità di un concepimento si riducono con essa.

Ecco che, quindi, i giorni in cui è davvero più facile restare incinta sono davvero una manciata al mese, più o meno a metà del ciclo tra una mestruazione e l'altra. Se volete avere la certezza di stare ovulando, soprattutto se avete un ciclo non proprio regolare, e quindi concentrare i rapporti sessuali in quelle date, allora potete anche facilitarvi il compito acquistando in farmacia un pratico test di ovulazione, che vi indicherà esattamente i giorni in cui raggiungete il picco di fertilità. E poi... in bocca al lupo!

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail