Come diventare una perfetta seduttrice (4): "Sesso" la parola-chiave

Quale periodo migliore dell’estate per scoprire i punti nevralgici della seduzione femminile. Collo, formidabile arma che enfatizza la nudità. Spalle, per provocargli pensieri poco casti. Caviglia, per incantarlo con effetto afrodisiaco. Gambe, sensualità nostra alleata. Ma per completare l’opera, se siete in aria di conquista e vi occorre dargli il colpo di grazia - oltre quelle già mostrate - il consiglio è: parlate di sesso.

Situazione tipo: serata tra amici. C’è anche lui. Gentile come al solito. Distaccato ma attento osservatore come sempre. Le chiacchiere da bar sembrano annoiarlo e non sapete come diavolo attirare la sua attenzione? Sappiate che "Sesso" è la parola-chiave di una strategia (quasi) infallibile per far scoccare la scintilla.

Si può introdurre l’argomento prendendo spunto da un articolo letto (non necessariamente recente, alla peggio improvvisate, chi potrà mai correggervi?). Stesso discorso per un film visto che vi ha particolarmente colpito, oppure una pubblicità hard che vi è capitato di vedere perché siete state sveglie fino a tardi (magari per impegni di lavoro, fa molto donna in carriera, quindi è chic e attraente).

Fortunatamente parlare di sesso non è più un tabù. Addirittura sembra aver perso fascino e mordente. Eppure possiamo riscoprirlo sotto un’altra luce, perché continua a riguardare la sfera più intima, privata, segreta e oscura della natura maschile e femminile. Parlare di sesso, quindi, significa in un certo senso scoprirsi, offrirsi, lasciarsi conoscere, ma allo stesso tempo anche intrigare e stuzzicare i sensi di chi vi piace e del lui che ora vi sta ascoltando. Poi, se il caso vuole che rimaniate soli, bèh, potreste rivelargli quella dolce fantasia erotica che non avete voluto raccontare davanti a tutti gli altri. Chissà se gli verrà in mente qualche idea per metterla in pratica...

  • shares
  • Mail