Francia, l'ex FEMEN Amina Sboui dichiara: "Aggredita e rasata a Parigi"

La blogger ventunenne, ex membro del movimento femminista delle FEMEN, ha denunciato di essere stata aggredita e minacciata da un gruppo di uomini nella capitale francese.

Amina Sboui, la blogger tunisina ed ex membro delle FEMEN, ha dichiarato di essere stata aggredita ieri, alle 5 del mattino, da un gruppo composto da cinque uomini che l'avrebbero aggredita, rasandole capelli e sopracciglia, e minacciata. La giovane, immortalata in uno scatto dello scorso marzo nella foto in basso, ha denunciato l'accaduto su Facebook con queste parole:

"E' accaduto alle 5 del mattino. Mi hanno insultata e costretta a uscire dal metrò. Mi hanno detto: 'Ti violenteremo e Allah ci ringrazierà'. Questo accade in Francia nel 2014. Ora vado a denunciarli, vi terrò informati".

TUNISIA-POLICE-RAPE-TRIAL-DEMO

Amina è stata la prima militante FEMEN tunisina; nel 2013 è stata due mesi e mezzo in carcere per aver scritto la parola Femen sul muro di un cimitero di Kairouan, in Tunisia. Dopo la sua liberazione ha scelto di lasciare il movimento, reo di discriminare l'Islam e le religioni in generale.

Oggi Amina vive in Francia ed è proprio a Parigi, nella stazione metropolitana di Clichy, a Pigalle che avrebbe subito questa violenta aggressione.

122355584-33011cb5-d01c-4e71-bcca-eb3c5b6fccca
Il fatto, che se trovasse ulteriori conferme risulterebbe di una violenza inaudita in quanto avvenuto alla presenza di altre persone - e non sarebbe la prima volta, purtroppo, che una donna subisce delle molestie in pubblico -, è stato testimoniato da uno scatto, realizzato dalla stessa Amina con lo smartphone e pubblicato poco dopo su Facebook.

In questo selfie la Sboui non appare di certo in perfetta forma e, al di là delle sopracciglia rasate e del capelli tagliati cortissimi e a chiazze, non ha di certo un'espressione serena. Continueremo a seguire la vicenda per capire come si svilupperanno i fatti.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail