Fan di Kim Kardashian spende 20mila sterline per assomigliarle

20mila sterline per assomigliare a Kim Kardashian. Ecco la cifra da capogiro che la 24enne Claire Leeson è stata disposta a spendere per accontentare la sua ossessione. Ma ora naviga nei debiti

Almeno una volta nella vita tutte le donne dall'adolescenza in poi hanno sognato di essere come le loro star preferite, avvenenti, di successo nel lavoro e piene di pretendenti ai loro piedi grazie ad un aspetto fisico da urlo. Però fortunatamente poche si sono rivolte al chirurgo plastico per trasformare il desiderio in realtà, facendosi cambiare i connotati per sembrare le gemelle della diva di turno.

Claire Leeson, 24enne inglese, invece ha coltivato la sua ossessione fino al punto di mettersi nelle mani dei professionisti dell'estetica per diventare la sosia del suo grande idolo: Kim Kardashian. E per farlo la ragazza ha dato fondo a tutti i suoi risparmi, coprendosi anche di debiti e raggiungendo la somma di quasi 20mila sterline (25mila euro) fra tutti gli interventi effettuati.

Kim_Kardashian_foto

La storia di Claire, battute facili a parte anche sulla scelta del soggetto da copiare, è la storia di una ragazza fragile, spesso vittima a scuola di atti di bullismo. Così la sua insicurezza ha trovato un'insolita cura: sfruttando una già visibile somiglianza con la Kardashian, la Leeson si è convinta che solo diventando come la sua eroina si sarebbe sentita più a posto con il suo corpo.

Per farlo si è sottoposta ad un'operazione di mastoplastica additiva, a sbiancatura dei denti, all'inserimento di un pad nella zona del bacino per avere i glutei più pronunciati e a sedute periodiche di abbronzatura spray. Inoltre si è fatta allungare i capelli tramite extension e ha cambiato il suo trucco e il suo guardaroba.

La ragazza, diventata una vera web star per via del suo patologico desiderio di cambiamento, ora posta periodicamente su Instagram dei selfie in cui imita le classiche pose ammiccanti della Kardashian. E a suo dire, da quando il suo sogno di assomigliarle si è realizzato, la sua vita è cambiata, sentendosi più sicura e forte.

A noi viene solo una gran tristezza a pensare che sia necessario essere un'altra persona per sentirsi a proprio agio nella propria pelle. Probabilmente se anziché incoraggiare la sua ossessione, nata nel 2009 a seguito del reality show Keeping Up With the Kardashians, le persone a lei vicine le avessero fatto capire quanto l'unicità sia sempre sinonimo di bellezza, ora Claire non sarebbe imprigionata in un corpo non suo e immersa nei debiti.

La società moderna è colpevole di pigrizia nei confronti del sempre attuale bombardamento di immagini da parte dei media. Tante volte rifiutare dei canoni estetici imposti dall'alto aiuta le giovani ragazze a non vivere con l'idea di essere inadatte e brutte solo perché non hanno una taglia 40 con un seno da pin up e un nasino alla francese.

L'adolescenza è sempre di più una fase della vita che va tutelata, aiutando i più giovani a trovare in se stessi la sicurezza che cercano anziché negli ideali delle riviste di moda o nella televisione. E come sempre il discorso è trito e ritrito, senza novità o aggiunte a ciò che da dieci anni a questa parte si dice. Però diamine se qualcosa è cambiato, possibile che siamo sempre punto e a capo?

Via | US Weekly

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail