Dall'America arriva lo smalto antistupro, cambia colore se la donna viene drogata

Uno smalto contro lo stupro. È l'idea innovativa di un gruppo di studenti della North Carolina State University. A contatto con droghe narcotizzanti questo cosmetico cambia colore, mettendo in guardia la donna

Arriva dall'America la notizia della nascita di una nuova arma a favore delle donne per difendersi dalle violenze. Un gruppo di studenti della North Carolina State University ha infatti messo a punto uno smalto per unghie in grado di rilevare nei liquidi la presenza di droghe narcotizzanti. Il che aiuterebbe le ragazze in discoteca o alle feste ad essere messe in guardia da possibili stupratori.

Negli Stati Uniti sono infatti tristemente comuni i casi di violenza sessuale su vittime drogate durante i party. La sostanza più usata è il Ghb, che è perfettamente solubile nei drink e fa vivere la malcapitata in uno stato di incoscienza per alcune ore. Lo smalto "Undercover Colors" è in grado di individuare il Ghb o il Rohypnol in una bevanda, mettendo in allarme la ragazza.

Smalto_anti_stupro

Il sistema è molto semplice ed è di fatto il punto di forza di questa invenzione. Se dovesse sorgere il dubbio che il drink offerto sia stato alterato, basterebbe immergere un dito nella bevanda per pochi secondi. Se i sospetti fossero fondati il colore dello smalto cambierebbe istantaneamente, facendo capire di trovarsi in una situazione di pericolo.

Ovviamente, oltre ai molti lati positivi, questa invenzione presenta dei limiti di cui già si sta discutendo sulla rete. Innanzi tutto ha un potere di azione limitato, in quanto protegge da eventuali alterazioni delle bevande con i più comuni narcolettici (non tutti) ma nulla può fare se l'abbordaggio potenzialmente pericoloso avviene in altro modo.

In America infatti i bar o le discoteche, sebbene giudicati luoghi dove prestare attenzione alle avances degli sconosciuti (specie se si offrono di bere con voi un cocktail), non sono i posti peggiori dove incontrare malintenzionati. I vicoli dei campus universitari di sera contano infatti un numero di vittime di violenze sessuali a dir poco allarmante (4000 denunce solo nel 2012).

Ancora differente poi la situazione in Europa, dove i molestatori sono spesso persone conosciute dalle vittime, come gli ex ubriachi di gelosia e possessività, protagonisti di gesti di violenza becera più che di inviti a cena con secondo fine.

Tuttavia, l'Undercover Colors è sicuramente un passo avanti nella lotta contro gli stupri. Nell'attesa che gli uomini cambino e inizino ad essere più rispettosi del corpo femminile, ben venga anche lo smalto che ci fa capire se il nostro interlocutore è un gentile corteggiatore che sta rompendo il ghiaccio offrendoci un drink oppure un criminale che cerca di approfittare della nostra buona fede.

Via | Huffington Post
Foto | da Flickr di luc.viatour

  • shares
  • Mail