Caduta di stile per il Ceo Microsoft: "No aumenti per le donne". E poi si scusa

Il settore informatico è tra i più duri per le professioniste e non ha aiutato la gaffe del Ceo Nadella, che ha invitato le donne a non chiedere aumenti di stipendio.

L’aumento di stipendio è una questione di genere? In un mondo normale, no. In quello in cui viviamo, sì. E lo dimostra il gap persistente tra le retribuzioni femminili e quelle maschili, che sono sempre superiori a parità di incarico. Ha davvero tuonato, però, la gaffe dell’amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella, che ha invitato le donne a non chiedere aumenti di stipendio, ma ad aver fede nel sistema.

Ceo nadella

Non è tanto questione di chiedere un aumento, ma di aver fede che il sistema vi darà il giusto aumento mentre andate avanti. Questo potrebbe essere uno dei superpoteri che hanno le donne che non chiedono aumenti. Perché è un buon karma

La caduta di stile non è stata solo per il commento, davvero molto sgradevole, ma per la situazione. Il signor Nadella non era al bar sport, con tutto il rispetto per il bar sport, con gli amici ma a una conferenza nella quale si celebrava il ruolo delle donne nell’industria informatica. Ricordiamo che questo settore nasce dal genio di una grande mente femminile, Ada Lovelace, ma è noto per essere anche uno dei più inospitali e maschilisti.

Per fortuna le donne, e non solo, davanti a queste parole si sono fatte sentire pubblicamente, attraverso i social. In prima linea soprattutto Maria Klawe, membro del cda della stessa Microsoft. E Nadella si è dovuto scusare, aggiustando così le sue parole:

Appoggio pienamente i programmi di Microsoft e del settore per portare più donne nella tecnologia e chiudere il gap dei salari. Se pensate di meritare un aumento dovete chiederlo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail