Bere caffè riduce l'incidenza di cancro all'utero

Da uno studio condotto dal National Cancer Center giapponese e divulgato dal ministero della salute giapponese è emerso che chi beve quotidianamente una discreta quantità di caffè ha meno probabilità (e sottolieno probabilità, non certezza) di ammalarsi di cancro all'utero.

La ricerca, condotta lungo un arco di 15 anni su 54mila donne tra i 40 ed i 69 anni, ha preso in esame il consumo di caffeina delle "intervistate", tra cui 117 si erano negli anni ammalate del tumore uterino.

E' emerso che chi beveva piu' di tre tazze di caffe' al giorno aveva il 60 per cento in meno di probabilita' di sviluppare il tumore all'utero, rispetto a chi ne beveva meno di due volte a settimana.

"Il caffe' puo' ridurre i livelli di insulina e arginare i rischi di cancro", spiegano i ricercatori giapponesi.

Ovviamente riportiamo la notizia con fiducia nella ricerca scientifica e consigliamo di non eccedere nel vostro abituale consumo di caffè a seguito di questi risultati (se già l'odore del caffè vi rende "schizzate" non diventate delle caffeinoimani masochiste).

I controlli periodici, la vaccinazione contro il papilloma virus e la diagnosi preventiva non vanno trascurati.

Via | Ansa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail