Femminilità e bellezza, non sempre coincidono

Non si può avere tutto nella vita. A volte femminilità e bellezza non coincidono. È questa la rivincite delle bruttine con classe da vendere.

Può sembrare anacronistico ma ci sono donne bellissime che non sanno essere femminili e donne decisamente meno attraenti che hanno grazia ed eleganza da vendere. Per fortuna ci sono doti che non dipendono da noi e doti, invece, che possiamo imparare con un po’ di sacrificio e con la voglia di migliorarci.

femminilita-bellezza

La femminilità è sicuramente più importante della bellezza, perché è quello che mette davvero in mostra il nostro fascino. Inoltre, non sfiorisce con l’età. La bellezza, da sola, serve davvero a poco e non c’è donna con un fisico da urlo che possa risultare davvero bella se poi cammina male, non ha portamento, è sguaiata, scomposta e volgare.

Si può imparare? La femminilità dipende da un insieme di cose: c’è sicuramente una predisposizione caratteriale e poi c’è una questione culturale. Ciò vuol dire che con un po’ di impegno tutte le donne possono lavorare sul loro corpo e sul carattere, per apparire un po’ più aggraziate.

La femminilità è una questione di portamento: imparare a camminare con armonia, facendo passi non troppo ampi, accompagnando le braccia che devono stare abbastanza strette al busto: non siete soldati. Bisogna gesticolare poco. Anche il tono della voce è importante: mai urlare, mai ridere senza contegno e mai parlare con la bocca piena. Piccoli dettagli che però possono fare la differenza. Infine, c’è anche il look: signorile, alla moda e mai esagerato.

  • shares
  • Mail