La dieta equilibrata per dimagrire velocemente senza soffrire la fame

Scritto da: -

Rispetto ai regimi alimentari che si concentrano sul consumo di un determinato gruppo alimentare, escludendo o limitando molto gli altri, seguire una dieta equilibrata, che comprenda tutti i nutrienti e non porti a carenze, è senza dubbio preferibile. Inoltre, è più facile da seguire, perché non si soffre la fame e non si rinuncia a niente, semplicemente si scelgono cibi freschi, non inscatolati, preferibilmente cereali grezzi e non raffinati e una buona distribuzione dei pasti nella giornata, calcolando le giuste calorie che ci servono per perdere peso.

In controtendenza coi molti regimi che sacrificano i carboidrati, limitandone l’assunzione o eliminandoli del tutto, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (perché la maggior parte delle diete nascono qui) ha fissato fra i 150 e i 200 gr. il fabbisogno giornaliero di questi ultimi. La pasta e il pane non sono banditi, anzi, danno l’energia necessaria ad affrontare la giornata, purché siano integrali e conditi in modo leggero: verdure, olio extravergine di oliva a crudo e spezie fresche.

Ottimi sono i cereali a colazione, meglio se di crusca, ricchissimi di fibre che facilitano il transito intestinale e sono a lento rilascio di zuccheri: questo permetterà di avere meno fame nell’arco della giornata, mantenendo la glicemia costante ed evitando i picchi insulinici. A metà mattina e pomeriggio yogurt magro, perfetto anche quello di soya, ma vanno benissimo anche noci o mandorle, ricche di omega-3 con frutta o verdura. Di quest’ultima prevedete cinque porzioni giornaliere, ottime per la linea e per la salute dell’intero fisico.

A pranzo insalatona mista e una bella pasta con le verdure che più vi piacciono, meglio se sono biologiche e di stagione perché conservano sapore e proprietà vitaminiche, oppure un piatto unico con i legumi, che danno energia pur non appesantendo. A cena carni magre, formaggi light, uova o pesce, da limitare a 3-4 volte a settimana e da accompagnare a verdura cotta al vapore o bollita e condita con succo di limone e olio extravergine di oliva.

Se cenate presto vi è concessa anche la chicca finale, una bella macedonia di frutta fresca senza zucchero o dolcificata con la stevia, una preziosa pianta montana, che all’estero ha praticamente sostituito i dolcificanti, viste le sue proprietà ipocaloriche. Nell’arco della giornata bevete il classico litro e mezzo di acqua, integrando anche con tisane e succhi (ma attenzione, devono essere spremuti sul momento, perché quelli confezionati sono letali per la silhouette, anche se riportano la dicitura sugar free) e muovetevi quanto più potete. Dagli 8000 ai 10000 passi al dì stimolano la circolazione e il metabolismo, facendovi ritrovare la linea più in fretta.

Foto | TM News

Vota l'articolo:
3.70 su 5.00 basato su 10 voti.