Come si fa a sapere l'ascendente? I calcoli e le tabelle da consultare

Se il segno zodiacale di appartenenza è facile sa sapere, non lo stesso di può dire dell'ascendente. Scopriamo come calcolarlo e che influenza ha sul nostro oroscopo

I patiti di astrologia sanno bene che conoscere il segno in cui cade il proprio ascendente è importante quanto sapere il segno zodiacale di nascita. Infatti i due indicatori sono complementari, e vediamo perché. Il nostro segno di appartenenza è quello nel quale il sole transitava al momento della nostra nascita.

Si tratta, evidentemente, di un "artificio", nel senso che non è, come sappiamo, il sole che gira intorno alla terra, ma il contrario, quindi consideriamo che se apparteniamo al segno dell'ariete è perché nel suo moto "apparente" intorno alla terra il sole si trovava in quella costellazione.

Ascendente

Il cerchio dello zodiaco si divide in 12 caselle, ognuna delle quali individua un segno. La linea dell'ascendente è un asse che divide la metà in luce (diurna o superiore) sul cerchio zodiacale, da quella "notturna" (inferiore), ovvero in ombra.

In termini di personalità, determinare in quale segno cade la linea dell'ascendente ci fornisce informazioni sugli aspetti più evidenti di essa. Ad esempio, a seconda del nostro ascendente avremo un aspetto fisico, un modo di fare con gli altri, un approccio al mondo e alle cose differente e in linea con le caratteristiche di quel segno, che possono anche essere antitetiche rispetto a quelle del segno di appartenenza.

Se siamo dinamici ed estroversi, ottimisti e sportivi, probabilmente avremo un ascendente di fuoco, se siamo più introspettivi forse avremo un ascendente nei segni d'acqua. Il segno ascendente è anche quello che definisce la prima casa dello zodiaco, quella, per l'appunto, della personalità.

Per stabilire quale sia il nostro ascendente dobbiamo conoscere l'ora di nascita, e confrontarla con l'ora siderale relativa al giorno, mese e anno di nascita. Dobbiamo infatti controllare, nel nostro orizzonte di nascita, il punto in cui l'immaginario asse orizzontale (o linea dell'scendente), interseca l'eclittica ad est, e quindi quale segno intercetta.

Lasciando perdere calcoli complicati, quindi, se avete una connessione Internet l'unica cosa che dovete fare per sapere il vostro ascendente è quella di informarvi sulla vostra ora di nascita esatta (se la vostra mamma non si ricorda potete richiedere il vostro estratto di nascita), e inserirla nella tabella.

Potete utilizzare i calcolatori automatici on-line nei tantissimi siti di astrologia che esistono anche in italiano e forniscono il servizio gratis. Il calcolatore è tarato anche per distinguere i nati nei mesi in cui vigeva l'ora solare o quella legale, cosa che può spostare l'ascendente di un segno, se non considerata.

Se volete fare il calcolo tradizionale, invece, dovete procurarvi una tabella relativa all'ora siderale dell'anno da prendere in considerazione. Controlliamo l'ora siderale della nostra nascita e aggiungiamola all'ora locale ricavata dall'estratto di nascita e se supera la cifra di 24, allora dobbiamo sottrarla. A questo punto avremo il tempo siderale totale (TST) e potremo controllare la cifra ottenuta nella tabella con i relativi ascendenti:


  • Ariete: TST compreso tra 18:01 e 18:59
  • Toro: il TST compreso tra 19:00 e 20:17
  • Gemelli: TST compreso tra 20:18 e 22.08
  • Cancro: TST compreso tra 22:09 e 00:34
  • Leone: TST compreso tra 00:35 e 03:17
  • Vergine: TST compreso tra 03:18 e 06:00
  • Bilancia: TST compreso tra 06:01 e 08:43
  • Scorpione: TST compreso tra 08:44 e le 11:25
  • Sagittario: TST compreso tra 11:26 e 13:53
  • Capricorno: TST compreso tra 13:54 e 15:43
  • Acquario: TST è compreso tra 15:44 e 17:00
  • Pesci: TST compreso tra le 17:01 e 18:00

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail