Avere figli non è un ostacolo per il lavoro

Lavorare non è un privilegio delle donne senza figli: le mamme in Gran Bretagna hanno raggiunto il tasso di occupazione più elevato nella storia.

Avere figli e continuare a lavorare. In Italia è l’eterno dilemma, si può avere una carriera o per accudire la prole è necessario lasciare tutto? Un esempio positivo arriva dal Regno Unito, dove le ultime statistiche demografiche dimostrano il 74 percento delle madri con bambini con meno di 16 anni ha un lavoro. Quante sono le donne senza figli impiegate? Praticamente la stessa percentuale: il 75 percento.

mamma-lavoro

Fino alla prima metà degli anni Novanta non era così: solo i 2 terzi delle mamme era impiegata, contro il 75 percento delle signore senza figli. Il divario è stato finalmente colmato. Merito anche di una situazione generale positiva: la Gran Bretagna vanta il tasso di occupazione più alto e non ci sono mai state così tante donne in carriera come in questo momento nel Paese.

Come sempre, chi ha il pane non ha i denti, e chi hai denti non ha il pane. Pensate che le mamme inglesi rinuncerebbero volentieri al lavoro per stare a casa con i figli. C’è da dire che questa situazione si è creata perché il Governo inglese ha investito per sostenere le sovvenzioni statali per le famiglie e per l’infanzia, creando strutture e servizi validi ed efficienti. Quali sono i lavori femminili più diffusi? In cima alla classifica ci sono l’insegnamento, l’educazione, i servizi personali di cura, tra cui anche il medico, e la gestione di un negozio.

Via | Daily Mail

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail