Papa Francesco: "È uno scandalo che le donne guadagnino meno degli uomini"

Papa Francesco giudica scandalosa la differenza di retribuzione tra uomini e donne a parità di impiego e responsabilità.

Uomini e donne vengono trattati in modo molto diverso nell’ambiente del lavoro, oltre a tutte le discriminazioni e le piccole minacce che subiamo ad ogni colloquio, una donna a parità di carriera e, ovviamente, di meriti, guadagna meno dei colleghi uomini. Ad intervenire su questo argomento è oggi Papa Francesco che durante l'udienza generale del mercoledì in piazza San Pietro ha affermato:

“La disparità di retribuzione tra uomo e donna è uno scandalo. Serve uguale retribuzione per uguale lavoro".

VATICAN-POPE-AUDIENCE

Papa Francesco affronta argomenti importanti e impopolari e, oltre a giudicare indecente la differenza di retribuzione tra uomini e donne, prosegue dicendo che bisognerebbe lavorare sul crescente maschilismo che c’è nella nostra società perché è da questo che sorgono molti problemi.

Bergoglio afferma che non è assolutamente vero che i matrimoni finiscono e le coppie non si sposano a causa dell’emancipazione femminile, queste sono solo accuse infamanti che non hanno niente a che vedere con la realtà dei fatti. Il problema della società è la precarietà nella quale si vive, è precario il lavoro e lo sono anche i sentimenti e le unioni soprattutto se non ci affronta il problema alla radice, almeno a livello spirituale.

Ecco cosa ha dichiarato Papa Francesco:

”È un fatto che le persone che si sposano sono sempre di meno, questo è un fatto, i giovani non vogliono sposarsi, in molti paesi aumenta invece il numero delle separazioni mentre diminuisce il numero dei figli. La difficoltà a restare insieme sia come coppia che come famiglia porta a rompere i legami con sempre maggiore frequenza e rapidità, e i figli sono i primi a portarne le conseguenze. Le vittime più importanti, le vittime che soffrono di più in una separazione sono i figli, e se sperimenti fin da piccolo che il matrimonio è un legame a tempo determinato, inconsciamente per te sarà così, e infatti molti giovani sono portati a rinunciare al progetto stesso di un legame stabile e di una famiglia duratura. Dobbiamo riflettere sul perché tanti giovani non si sentono di sposarsi, c'è questa cultura del provvisorio, tutto è provvisorio, niente è definitivo, è una delle preoccupazione di oggi, perché non si sposano? Perché preferiscono una convivenza e tante volte anche una convivenza a responsabilità limitata, e tanti, anche battezzati, hanno poca fiducia nel matrimonio e nella famiglia? E' importante capire perché non hanno fiducia nella famiglia".

Fonte | repubblica

  • shares
  • Mail