Il sesso senza rischio di gravidanze indesiderate è solo una questione femminile?

La risposta alla domanda del titolo è ovviamente negativa (o almeno dovrebbe essere), tuttavia proprio oggi che è la Giornata Mondiale della Contraccezione, è stato diffusa un’indagine di Sigo (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia) sulla percezione di responsabilità di uomini e donne in materia di sesso e contraccezione.

I risultati del sondaggio non sono edificanti per l’universo maschile: il 62% dei giovani italiani pensa che sia responsabilità solo della donna prevenire gravidanze indesiderate, mentre solo il 30% la ritiene una responsabilità di entrambi nella coppia.

Nel caso in cui si presenti una gravidanza indesiderata per il 41% dei giovani è come aver subito un "colpo basso" dalla partner. Quale sia il metodo anticoncezionale usato dalla donna (pillola, spirale, cerotto ecc…) non interessa al partner, basta che se ne occupi lei.

A suffragare questa "percezione di leggerezza" c'è un dato rilevante, la vendita della "pillola del giorno dopo" è cresciuta in Italia dal 2001 al 2007 del 59,5% ed il 55% delle acquirenti sono ragazze giovanissime, dell'età tra i 14 e i 20 anni.

Lo studio è stato effettuato su un campione di giovani uomini e donne, mi verrebbe da pensare che una leggerezza come quella di disinteressarsi del metodo contraccettivo sia dettato dall'immaturità anagrafica (?), tuttavia credo che se c'è la consapevolezza di fare sesso deve esserci anche quella delle eventuali conseguenze, belle, brutte volute o non volute che siano.

Via | Libero

Foto | Drvictorine

  • shares
  • Mail