Capelli, quando il parrucchiere sbaglia il taglio …

Il parrucchiere, croce e delizia di ogni donna. Quante volte vi è capitato di uscire da un salone deluse e arrabbiate perché il vostro coiffeur si è lasciato prendere la mano con le forbici? Quando ormai il danno è stato fatto, è importante non scoraggiarsi, ricordarsi che nulla è irreparabile e ovviamente seguire i consigli di Pinkblog.

Prima di tutto guardatevi allo specchio e fate un bel sorriso, restare con il broncio renderà la vostra acconciatura sicuramente peggiore. Una volta riacquistato l'ottimismo (a volte possono volerci un paio di giorni) giudicatevi con dolcezza (noi ragazze siamo sempre così severe con noi stesse), magari, una frangia troppo corta con un bel cerchietto può diventare simpatica e alla moda; mentre un taglio troppo scalato può dare vita ad una coda morbida fine ed elegante, insomma è necessario uno spirito propositivo. Poi, in casi estremi, si può sempre ricorrere alle extension.

Che cosa possiamo fare, invece, per prevenire queste spiacevoli situazioni?La regola fondamentale è “essere precise”, quindi non chiediamo mai di dare una “spuntatina alle punte”, meglio dire “mi tagli fin qui” indicando in modo chiaro il punto desiderato. Per la frangia i punti di riferimento sono le sopracciglia, prima, su e sotto. Forse, così il nostro hair styling vedrà frustrata la sua creatività, ma poco importa, perché noi saremo pienamente soddisfatte!

  • shares
  • Mail