Baciarsi per strada a Bali è reato: tutti in piazza contro la legge anti-pornografia

marcia pornografia baliLa legge anti-pornografia proposta dal governo è sembrata eccessiva agli Indonesiani, che sono scesi in piazza a Bali per protestare contro la proposta di legge che vieta di esibire in pubblico il desiderio sessuale, baci compresi.

La protesta anti legge anti-pornografia ha visto scendere in piazza indonesiani di tutte le religioni: musulmani, cristiani, gruppi tribali che espongono la nudità in alcune danze e riti come tratto distintivo del proprio orientamento tradizionale. I manifestanti criticano il fatto che la legge sia troppo vaga e, ben lungi dal fermare illeciti pornigrafici, sarebbe invece uno strumento di potere nelle mani dei controllori per tassare le povere coppie che, addirittura, osano baciarsi per strada.

Niente baci ai semafori a Bali, niente effusioni tra innamorati, e niente danze tradizionali di balinesi nudi e riti a Papua. Per adesso, i manifestanti sono riusciti a fermare i legislatori al tavolo delle decisioni sulla legge, in discussione da oltre 3 anni. Voi cosa ne pensate? Non vi sembra un po' eccessiva? Potrebbe il divieto di effusione pubblica fermare una più generica pornografia?

Via | javno

  • shares
  • Mail