Come comportarsi in caso di amore non corrisposto, i consigli per conquistarlo se non ti ama


L’amore non corrisposto fa davvero male. Ci sono persone che non si rassegnano, che non riescono a comprendere come mai il nostro lui (o lei) non sia in grado di provare le stesse emozioni. È difficile accettare che la chimica, il fato (o come lo vogliate chiamare) possa fare un simile brutto scherzo. Eppure è molto più comune di quanto non si creda. Una cosa è sicura: non bisogna arrendersi, prima di aver lottato.

È inutile guardarlo da lontano e fare grandi e rumorosi sospiri. Non ti ama forse perché non ti conosce, non sa chi sei? La prima cosa da fare è quindi cercare di incontrarsi. Create l’occasione giusta per quello che dovrebbe essere un appuntamento non programmato. Provate a farvi coraggio e presentatevi, con una scusa qualsiasi, anche buffa.

I colpi di fulmine esistono, ma sono davvero pochi. Gli altri amori, quelli che vi circondano, in linea di massima sono nati dalla conoscenza e dalla frequentazione. Certo, anche l’aspetto conta. Obbligatorio quindi essere carine, senza esagerare. Esiste poi un’altra micidiale situazione: non ti ama, perché non ti vede come potenziale partner. Come fare in questo caso? Mostrati come una donna.

Esci con altre persone, fatti vedere autonoma e piena d’interessi. Solo dopo che davvero ti sei resa conto, che lui non ricambia il tuo sentimento semplicemente perché non prova lo stesso e forse non lo proverà mai, puoi arrenderti. E quando dico arrenderti, vuol dire rassegnarti. È molto sottile il confine che passa tra corteggiare una persona e diventare il suo stalker. Stai attenta a non passare mai dalla parte del molestatore, per te, per lui e soprattutto per la tua dignità.

Foto| publicdomainpictures.net

  • shares
  • Mail