In California a rischio la legge sulle nozze gay: boom di matrimoni

matrimonio gayL’argomento è da sempre spinoso e insolubile: le parti in causa sono tante, le motivazioni di più, le implicazioni di ordine morale, religioso, sociale e personale inquantificabili. Eppure siamo spesso chiamati a pronunciarci, anche solamente in termini personali, sul diritto per le coppie gay di contrarre regolare matrimonio e sul riconoscimento sociale delle proprie scelte di vita, niente affatto solo sessuali.

È di questi giorni la notizia secondo cui in California, a fronte della possibilità dell’abolizione del diritto di matrimonio, si registra un boom di nozze gay. Avevamo parlato durante l'estate della sentenza della Corte Suprema californiana che aveva sancito il diritto e che rischiava con le successive elezioni di essere abolito, infrangendo il sogno di ragazze che da tutta la vita aspettano il gran giorno, l’abito bianco, il lancio del bouquet, la torta a sette piani.

Ha ripreso l’argomento Queerblog proprio in occasione delle votazioni, parallele a quelle presidenziali. Vogliamo riproporvi la riflessione, prendendo spunto dalla notizia riportata dal San Francisco Chronicle: quanto è giusto che il matrimonio, da diritto garantito quale dovrebbe essere, si trasformi in corsa contro il tempo per sfuggire alle maglie di una legge repressiva?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail