Il restauro dei mobili fai da te per ritocchi semplici da fare in casa

restauro-fai-da-te

Per dare nuova vita ai vostri mobili col restauro fai da te bastano pochi e semplici accorgimenti. Sempre che non si tratti di lavori di recupero molto complessi: lì è necessaria la mano esperta di un artigiano. Il primo intervento da fare per il recupero del pezzo sarà la pulitura del legno: se il mobile ha la struttura intatta e non richiede riparazioni - così come la sua colorazione risulta perfetta e non vi è necessità di metterci mano - è sufficiente una pulizia leggera anche a base di acqua e sapone di Marsiglia.

Per una pulizia più approfondita, invece, sempre senza intaccare l'aspetto generale del mobile, è possibile usare delle miscele a base di alcool e polvere di pomice: in un litro di alcool etilico si aggiungono 200 g di polvere di pomice e qualche goccia di olio di lino e si strofina delicatamente a tampone. Se vi sono tracce di vecchia cera queste sono eliminabili con una soluzione di essenza di trementina e polvere di pomice.

Si passa poi alla verniciatura, grazie alla quale il mobile assume le caratteristiche desiderate: effetto anticato, coprente, colorato, caldo. Le vernici sono di varia natura, ci sono quelle "tinta legno", chiamati mordenti e aniline, che danno al legno semplicemente una tonalità più calda o più scura di quella d'origine penetrando nella fibra; c'è la gommalacca che "posa" sul legno uno strato di lucente bellezza e infine ci sono le vernici che regalano una mano coprente di colore, e possono essere all'acqua o a solvente.

Per gli appassionati di decoupage e se il mobile permette una variazione sul tema, si possono applicare degli stencil, ovvero delle decorazioni o dei motivi sulla superficie. Oramai tutti i negozi di bricolage ne hanno una varietà infinita e imparare la tecnica è molto semplice. Per coloro che hanno dimestichezza con la vernice e la pittura a mano cimentarsi nella colorazione di un mobile sarà un passatempo molto divertente oltre che utile.

La tecnica del decoupage consiste invece nell'incollare immagini su delle superfici per realizzare collage o disegni, ma occorre avere un tocco esperto per evitare di combinare pasticci. Un consiglio: fate pratica su oggetti più piccoli e, quando avrete appreso l'arte, passate ai mobili. Con questa tecnica si possono creare effetti visivi molto gradevoli e, abbinata al craquelé, li renderà come nuovi.

Foto | Ikea

  • shares
  • Mail