Depilazione estrema: consigli per depilarsi anche lì

consigli e gadget depilazione totale inguine Quanto affaccendarsi attorno a un pelo, sinonimo di piccolezza, dettaglio talmente microscopico da sembrare al limite insignificante. Tuttavia il pelo è bestia sociale, perciò, anche se nella sua individualità potrebbe essere tranquillamente trascurato, nella sua manifestazione comunitaria è considerato il principe degli inestetismi. Si tratta sempre di considerazioni legate a fattori culturali - c’è ancora chi al pelo non bada – ma la tendenza è quella di volerlo morto, castrato, debellato in sempre più parti del mondo e del corpo.

Tutto ciò per dire che ormai lasciare il pelo libero sotto il perizoma non è più così scontato, anzi: sempre più donne “si fanno” anche lì, tossiche del rasoio, della ceretta o del laser. In realtà il processo non è affatto facile, può essere fastidioso e anche pericoloso perciò: o si decide di mostrare il proprio “io” all’estetista con la stessa rassegnazione usata di fronte al ginecologo, o si provvede autonomamente seguendo degli indispensabili accorgimenti.

Su questo sito c’è tutto quello che vi serve, compresi i suggerimenti per il taglio d’autore o per la colorazione shock del ciuffetto superstite. Qui invece trovate un gadget rivoluzionario.

Si tratta di un "proteggi cavità" da applicare durante la depilazione, che rende tutto più igienico e previene le irritazioni impedendo ai corpi estranei di raggiungere le mucose.

Attenzione però: quando si comincia a depilarsi “le segrete” è molto difficile tornare indietro, la sensazione è piacevole, anche sessualmente parlando, e la ricrescita un inferno, quindi si tende a rifarlo con sempre maggiore regolarità. Se prenderete l’abitudine, in vista anche di un micro bikini da spiaggia, una parte di voi imparerà a parlare come una fashion victim e quando deciderete di farvi la ceretta dovrete prendervi un giorno di ferie.

  • shares
  • Mail