Niente sesso, siamo giapponesi

Sembrerebbe proprio che i cittadini dello stato del Sol Levante sotto le coperte preferiscano dormire. Si premura di informarcene l'ennesima ricerca che stavolta è stata condotta da Kunio Kitamura, capo della Family Planning Association. Più di un terzo delle coppie giapponesi avrebbero definitivamente (o quasi) rinunciato al sesso coniugale, e si tratta di una percentuale in costante aumento.

Ma che gli prende a tutti quanti? Sembrerebbe che le motivazioni alla base di una simile tristezza siano lo stress e la noia. Si perchè il 37% dei simpatici omini e donnine dagli occhi a mandorla troverebbe il sesso alquanto "noioso". Malinconie d'alcova a parte, ciò che preoccupa il governo nipponico è anche il prevedibile calo delle nascite se si continua così. Vero è che si può anche copulare giusto qualche volta con lo scopo mirato di mettere al mondo dei pargoli e poi rientrare in stand-by, però è più probabile che chi si riduce al punto di non avere più voglia di fare sesso, difficilmente si sentirà incoraggiato dal provare le gioie genitoriali.

Sebbene la cosa mi stupisca meno riguardo i giapponesi di quanto potrebbe essere se riferita ai caldi popoli latini, mi sovviene comunque un senso di smarrimento nel leggere che la gente riesce a considerare il sesso noioso. La noia la associo a molte cose: al lavoro, alle incombenze, alle file alle poste, alle riunioni, agli incontri forzati coi parenti, a volte persino a certe serate tra amici. Ma non al sesso. Non sempre si può aver voglia, certi giorni le preoccupazioni prevalgono su tutto, ma rinunciarvi per sempre poichè lo si trova noioso mi pare troppo. Saranno risposte date a casaccio o se continua così dovremmo davvero preoccuparci per la razza umana, che ne dite? E siamo sicuri che a casa nostra le cose vadano meglio?

  • shares
  • Mail