Il tatuaggio effimero

sedia tattoo

È vero che l’effimero ha un che di sensuale che la caratteristica a lungo termine perde? Circoscriviamo il campo: se immaginiamo una situazione sexy a stupirci è la sua eventuale imprevedibilità o un elemento di novità in essa che prima non c’era mai stato.

Seppure alla lontana è questo il concetto che sta alla base della sedia creata dalla designer israeliana Jenny Pokryvailo. Basta sdrairvisi sopra per un certo tempo e la pelle assumerà i profili del decoro floreale che vi è impresso. Molto più sensuale di un tatuaggio in senso tradizionale che si trova sempre invariabilmente al suo posto e diventa presenza fissa, perdendo l’aura di novità.

Rimane da capire se la sedia, come da immagine, sia sfruttabile solo nella stagione estiva, quando costumi succinti e temperature torride ne consentono l’uso massiccio o se si possa in qualche modo rivisitare anche in versione casalinga (senza morire di freddo, in attesa che la temperatura si scaldi altrimenti).

Nel caso l’interior design non sia nelle vostre corde o la chaise longue non si abbini al vostro arredamento, potrete sempre ripiegare sull’intimo basato su un sistema simile: si chiama senza mezzi termini Souffrez pour moi e si tratta di mutandine con decorazioni sulla parte interna del tessuto, che lasciano tracce sulle pelle.

  • shares
  • Mail