Lingerie per uomini

lingerie per uominiIl titolo può trarre in inganno, perché è ovvio che anche gli uomini usino l’intimo. Ma non a caso la scelta del termine lingerie in luogo di abbigliamento intimo vuole suggerire qualcosa di più che non l’ovvietà. Il Giappone, capofila di ogni stranezza, ha registrato un successo senza precedenti: 300 reggiseni per uomo venduti a tempo di record in un negozio online dedicato proprio alla lingerie maschile. The Guardian ha pubblicato un video che spiega le motivazioni di questa scelta commerciale.

Mi sfugge il senso – e l’unico che mi viene in mente non mi sembra sufficiente a spiegare il fenomeno – dell’indossare un reggiseno in pizzo e raso, ma anche un reggiseno in generale, da parte di un uomo. Ovviamente non si tratta di capi femminili, sebbene ne ricalchino modelli e materiali, perché pensati in origine proprio per gli uomini e le loro misure.

Se siete incuriositi sappiate che già in Nuova Zelanda la pratica è diffusa dal 2007. Se volete farci un giro, il sito si chiama Lingerie4Men. Chiamatemi pure antiquata, ma a me ha fatto un po’ impressione associare petti villosi e addominali scolpiti a reggiseni in seta rosso fuoco, pizzi candidi e culotte rosa. Ci mancavano solo gli uomini che frugano nei nostri cassetti intimi per chiedere in prestito una brassiere...

Via | TheGuardian.co.uk

  • shares
  • Mail