La dieta del minestrone bruciagrassi, efficace per perdere i chili di troppo

La Dieta del Minestrone è una delle diete che più suscitano la curiosità e l'attrazione di chi è alla ricerca della dieta giusta. Perché avviene questo? Semplice, questo tipo di regime alimentare è efficace, veloce, facile da seguire e, grazie alla dieta di mantenimento, consente di conservare i risultati acquisiti nel tempo.

La Dieta del Minestrone è generalmente consigliata a chi è in sovrappeso di 7-8 kg, mentre è del tutto sconsigliata a chi ha solo qualche chilo di troppo. Per fugare qualsiasi dubbio, comunque, sarebbe come sempre opportuno consultare un dietologo. Questo tipo di dieta non prevede il calcolo delle calorie, poiché la perdita di peso è determinata dalla limitazione qualitativa, non quantitativa, degli alimenti.

Tale regime alimentare prevede una riduzione, e in alcuni giorni addirittura l'eliminazione, dei grassi e dei carboidrati. L'obiettivo della dieta del minestrone è quello di far perdere al soggetto il maggior numero di chili il più rapidamente possibile e la perdita di peso diventa prioritaria su tutto, anche sull'equilibrio dei nutrienti.

Tale situazione non è certo ottimale, per questo motivo la dieta del minestrone può essere seguita solo da soggetti in grave sovrappeso, tanto che viene prescritta a persone in procinto di essere operate chirurgicamente per migliorare la situazione generale dimagrendo velocemente qualche chilo.

La dieta del minestrone rimane comunque una delle più richieste, non solo vi farà perdere qualche chilo, ma vi aiuterà anche per depurare l’organismo. L’importante sarà seguirla scrupolosamente almeno per sette giorni. Essendo ancora in un periodo caldo, ecco la versione estiva ed il menu da preparare per il minestrone protagonista di questa efficace dieta.

La durata della dieta, come vi dicevamo, è di 7 giorni, a cui seguirà un periodo di mantenimento che varierà a seconda della persona e dei risultati raggiunti nella prima settimana. L'efficacia è data solo se fatta per il numero di giorni indicato e, in linea di massima, bisognerà pesarsi il quarto giorno ed aver perso almeno 3 chili e l’ottavo giorno in cui si saranno persi almeno 5 chili. Se si sarà perso di più sarà utile arricchire la dieta alla colazione con 3/4 fette biscottate integrali e anche il pranzo con 120-140 g di pasta o riso integrali.

Attenzione: la dieta deve essere fatta per massimo due settimane consecutive e poi se si volesse ripetere bisognerebbe farlo a distanza di almeno tre mesi. A seguire, quindi, il menù da seguire, nessun alimento può essere sostituito e quelli per cui non sono indicate le quantità potranno essere consumati senza limiti.

Menù settimanale:

    Lunedì.

    Colazione: caffè o tè; mele e pere
    Spuntino: succo di frutta non zuccherato
    Pranzo: minestrone; mele
    Merenda: succo di frutta non zuccherato
    Cena: minestrone; pere
    Variante: le mele e le pere previste possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane) che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti.

    Martedì.

    Colazione: caffè
    Spuntino: tè
    Pranzo: minestrone; bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchioverde
    Merenda: tè o caffè
    Cena: minestrone; 200 g di patate lesse con 10 g di burro
    Variante: le patate con il burro possono essere sostituite da 350 a di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva

    Mercoledì.

    Colazione: tè o caffè; pere e ananas
    Spuntino: succo di frutta senza zucchero
    Pranzo: minestrone; carote e carciofi crudi o cotti
    Merenda: succo di frutta senza zucchero
    Cena: minestrone; peperoni, melanzane e zucchine alla griglia
    Variante: le pere e l’ananas della colazione possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane), che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti

    Giovedì.

    Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato; banane
    Spuntino: tè o caffè
    Pranzo: 200 g di yogurt magro; una banana
    Merenda: tè
    Cena: minestrone; un frappé preparato con 200 ml di latte e una banana
    Variante: i 200 9 di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 g di ricotta o da 120 g di mozzarella o di gorgonzola o di caciotta

    Venerdì.

    Bere 1,5-2 litri di acqua oligominerale
    Colazione: caffè
    Spuntino: tè
    Pranzo: 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello); pomodori
    Merenda: tè
    Cena: minestrone; 200 g di pesce alla griglia (orata, spigola, rombo)
    Varianti: a pranzo i 300 g di pesce alla griglia possono essere sostituiti da 300 g di calamari o seppie alla griglia; a cena i 300 g di pesce alla griglia si possono sostituire con 150 g di tonno al naturale o con 100 g di salmone affumicato

    Sabato.

    Colazione: caffè
    Spuntino: tè
    Pranzo: una o 2 bistecche di vitellone o manzo alla griglia; zucchine e finocchi al vapore
    Merenda: tè
    Cena: minestrone; 300-400 g di pollo arrosto senza pelle
    Variante: a cena al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 g di tacchino arrosto

    Domenica.

    Colazione: caffè
    Spuntino: succo di frutta senza zucchero
    Pranzo: 150 g di riso integrale con verdure a piacere; asparagi, cipolle e carote al vapore
    Merenda: succo di frutta senza zucchero
    Cena: minestrone; barbabietole e cetrioli
    Varianti: a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata.

La ricetta:

Possono essere fatte solo le modifiche indicate, il nuovo ingrediente può sostituire solo quello a cui si riferisce non altri. Così, per intenderci, gli spinaci possono essere inseriti solamente al posto delle rape e non, ad esempio, delle cipolle o dei porri.

Ingredienti (e sostituzioni):

6 porri (oppure 6 cipolle);
un cavolo verza grande (può essere sostituito da un broccolo verde);
4-5 rape bianche (possono essere sostituite da 500 g di sedano intero (può essere sostituito da un finocchio intero);
uno o 2 barattoli di pomodori pelati in base al gusto (i pelati possono essere aboliti);
dado vegetale;
spezie e aromi vari a piacere.

Preparazione:

tagliare le verdure a pezzi piccoli, metterle in una pentola con il dado vegetale e coprire con acqua. Aggiungere il sale, portare ad ebollizione e lasciare sul fuoco per 10 minuti a fiamma alta, abbassare la fiamma e far cuocere lentamente per il tempo desiderato.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail