Il chip che stimola l'orgasmo

Che anche il sesso sia tutta una questione di chimica non è una grande novità. Ciò che si manifesta nella nostra fisicità passa prima dalla nostra mente. Anche un orgasmo. Quella che è probabilmente la più travolgente e sconvolgente esperienza che i nostri sensi possono sperimentare trova origine tra le sinapsi del nostro cervello. E se non si dispone della materia prima, non disperiamo: in futuro si potrebbe provare a stimolare il piacere sessuale anche mediante apposito dispositivo.

Come per esempio alcuni esperimenti portati avanti da degli scienziati, che hanno osservato come un microchip impiantato nella corteccia cerebrale, che vada a stimolare alcune apposite zone, causi un piacere del tutto simile e di pari intensità a quello che si prova durante il rapporto sessuale. Se vi state chiedendo se si tratti di una favola futurista, possiamo dirvi che sembrerebbe proprio di no, come spiega il professor Tipu Aziz:

"Ci sono prove del funzionamento del chip. Qualche anno fa uno scienziato ha installato un dispositivo analogo nel cervello di una donna con un bassissimo impulso sessuale trasformandola in una donna sessualmente molto attiva".

Tutte tigri del sesso? Forse, ma forse si possono ipotizzare utilizzi più seri ed efficaci. Come per esempio la cura di alcune malattie e disturbi nervosi, quali ad esempio l'anedonia, ossia chi è incapace a provare piacere. Chi lo sa, magari un giorno sarà anche possibile schiacciare i tasti di un telecomando e ottenere il piacere all'istante quando più ci aggrada. Le amanti del sesso virtuale ne saranno ben liete...ma per ora, accontentiamoci di quel che passa il convento!

  • shares
  • Mail