Parchi per sole donne contro molestie e occhi indiscreti in Pakistan


In Pakistan presto saranno realizzati dei parchi per sole donne. In queste aree, protette da recinzioni alte sette metri e da agenti di sesso femminile, le pakistane potranno fare sport lontane da potenziali molestatori e da occhi indiscreti. Non sono quindi delle gabbie, anche se l’effetto – soprattutto per noi occidentali – è un po’ quello. A darne notizia è l'Autorità dei parchi e dell'ortocultura del Pakistan, che si occuperà della realizzazione.

A disegnare queste aree verdi sarà l’architetto Rizwan Beg, che ha pensato di progettare in ognuno un campo da basket e uno di badminton, alcuni passaggi pedonali, delle piste da jogging e ovviamente prati curati. Non mancherà, inoltre, una zona ricreativa dove i bambini, accompagnati dalle loro mamme, potranno giocare liberamente.

Le prime città in cui, tra tre mesi circa, sorgeranno i primi parchi sono Johar Town, Mustafa Town, Tajpura, Sabzazar, Gulberg e Gujjarpura. Purtroppo le donne sono spesso vittime di violenza e di molestie. In Pakistan la situazione è abbastanza insostenibile, perché all’interno delle mura domestiche le donne vengono picchiate, stuprate, minacciate e purtroppo nessuno parla mai di crimine, soprattutto se sono i mariti a commettere certi reati. Pensare quindi a dei parchi, protetti da altissime recinzioni, per alcune donne sarà come una liberazione.

Nel 2009, secondo i dati dell’Human rights commission of Pakistan (Hrcp), in questo paese sono state uccise 647 donne per onore, 791 nel 2010, mentre nel 2011 la stima è di 943 donne di cui 93 minorenni. Sempre nel 2011, solo 20 donne (su quasi mille) hanno ottenuto soccorso medico.

Via| Adnkronos
Foto| Diretta News

  • shares
  • Mail