Mossad, le donne nei servizi segreti più brave degli uomini

agenti-007-donne

Nella serie di film di spionaggio 007, James Bond aveva le donne come partner o amanti e non come antagoniste o colleghe nel ruolo di agenti segreti. Perchè mai? Probailmente perchè il fascinoso Bond doveva avere accanto le donne più affascinanti del mondo che essendo troppo belle non avrebbero potuto interpretare altro ruolo che la 'bond girl'. Eppure sembra che nel ruolo di agenti segreti siano più brave le donne degli uomini, e lo affermavamo anche noi di Pinkblog in tempi non sospetti.

Ad affermarlo è il capo del Mossad Tamir Pardo. Il numero uno di Istraele lo ha dichiarato in una intervista al settimanale femminile 'Lady Globes'. Sappiamo che spesso superiamo i nostri colleghi maschi per puntualità, precisione, sensibilità, per la minor mania di 'potere' rispetto alle persone di sesso maschile.

Secondo il capo del Mossad c'è ben altro:

"Noi prendiamo persone con un livello di intelligenza e con qualita' iniziali identiche e constatiamo una superiorita' operativa delle donne: la loro 'lettura' del terreno e' eccellente, come pure la analisi delle situazioni e la visione spaziale; tutto cio' in contrasto con gli stereotipi".

Inoltre sono più resistenti alla sofferenza, più abili se c'è bisogno di "recitare" un ruolo, disponibili e 'grandi lavoratrici' pur di raggiungere l'obiettivo. Ricordate Ursula Andress in "007 Licenza di uccidere", il film del 1962 che l'ha lanciata e resa un' icona sensuale del cinema internazionale? Ursula compare per la prima volta nella pellicola, quando esce dall'acqua in un bikini bianco molto femminile. Voi non l'avreste vista bene nella parte di un'agguerrito agente segreto -svizzero, russo, americano non ha importanza!- che cerca di fare il cappotto a Bond? Io, sì.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail