La seduzione tra il vero e il falso


La seduzione è l’arma femminile per antonomasia e, si sa, resterà per sempre un mondo misterioso, dai confini sfumati e dalle mille forme e interpretazioni. Ogni giorno leggiamo di studi, analisi e ricerche sull’argomento, e nella moltitudine qualche volta emergono casi simpatici in cui vengono svelate curiose dinamiche legate all’attrazione. Un ricercatore francese, Nicolas Guéguen, ha selezionato la crème degli studi condotti a tal proposito e ne ha fatto una sorta di “bibbia”: “Mi seduci e non lo sai. 100 esperimenti pratici per capire i nostri comportamenti amorosi”.

È vero che le donne alte piacciono di più? Che le bionde sono più avvantaggiate delle brune? È vero che gli uomini preferiscono un viso acqua e sapone? Questi sono solo pochissimi esempi che possiamo trovare in questo elenco di risposte, dati e curiosità che provano a sfatare luoghi comuni e tentano di far luce sulle pratiche leggi dell’attrazioni. Ecco le prime dieci risposte.

1) “Chi s’assomiglia si piglia”?
Vero e falso. La tendenza generale è quella di scegliere un partner simile affinché la coppia resista nel tempo, avendo comunanza di idee e condivisione di valori. Altro fattore importantissimo, sebbene non tassativo, sembra essere l’affinità fisica, che rappresenta un indicatore di soddisfazione soprattutto nelle coppie considerate “belle”. Tuttavia è stato dimostrato che un’unione può essere perfettamente riuscita fra un uomo poco attraente, ma socialmente dominante, e una donna bellissima ma priva di carisma sociale.

2) “E’ vero che il colore di un abito influenza il sex appeal”?
Vero. È risaputo che il colore rosso riveste un'importante funzione di segnale sessuale negli animali e produce strani effetti anche nell'uomo. Alcuni studi hanno dimostrato che le preferenze femminili per il colore degli abiti variano a seconda delle fasi del ciclo: nel periodo fertile si prediligono i colori caldi (rosso, giallo, e compagnia belle). Gli studiosi di psicofisilogia hanno invece sottolineato che il rosso possiede la cosiddetta capacità di attivazione fisiologica e di eccitazione.

3) “La prima cosa che lui nota è il fondoschiena”?
Falso. I risultati di uno studio mostrano che in una donna gli uomini notano, nell'ordine: seno 38%, fondoschiena 24%, gambe 18%.
(Ad onor del vero il 21% dei partecipanti ha indicato le zone genitali, ma con tutto lo sforzo che posso fare mi riesce proprio difficile immaginare come possano essere la prima cosa che lui nota. Ovviamente se non parliamo di donne in “déshabillé”). E gli occhi dove sono finiti, aggiungo io?

4) “E’ vero che gli uomini preferiscono i visi acqua e sapone”?
Falso. La donna truccata risulta più attraente, in particolare perché il make-up può esaltare i vari punti di forza e indurre così a valutazioni più positive di alcuni tratti fisici e non. Da alcune ricerche si riscontra che la stessa persona truccata, rispetto a momenti nature, risulta non solo più attraente, ma anche più sana e “benestante”. Salute e fiducia sono parametri importanti per gli psicologi evoluzionistici, secondo i quali l'uomo, spinto dall'impulso riproduttivo, vuole trasmettere il suo patrimonio genetico. Inoltre, le donne truccate sembrano manifestare una maggiore fiducia in sé stesse e una soddisfazione più marcata riguardo al proprio aspetto esteriore. È possibile che questi auto-giudizi più positivi le portino a sentirsi più attraenti e, di conseguenza, a lanciare segnali che gli uomini sono in grado di cogliere.

5) “Si può sedurre un uomo solo con la voce”?
Vero e Falso. Sembrerebbe che le caratteristiche sonore della donna possano influenzare i giudizi dell'altro sesso. Secondo il giudizio di diversi uomini, la voce è legata alla bellezza. Si è peraltro notato che le caratteristiche della voce femminile cambiano non solo per effetto degli ormoni (pubertà, menopausa), ma anche nella fase del ciclo, facendosi più intensa e modulata.

6) “Gli uomini sono più sinceri con le belle donne”?
Falso. E’ dimostrato che gli uomini tendono a mentire con più facilità a chi è particolarmente bella, poiché si ritiene che una persona bella sia più difficile da sedurre, pertanto ricorrerebbero ad argomenti non sempre veritieri o che possano apparire in qualche modo impreziositi. La bugia servirebbe a impressionare, e dunque, ad aumentare il sex appeal. Tuttavia mentire potrebbe anche servire per proteggersi, per evitare la delusione legata a una palese disuguaglianza fra due individui, o a cautelarsi contro un possibile rifiuto (eventualità frequente quando si corteggia una persona bella).

7) “Le donne alte sono più avvantaggiate”?
Falso. Per quanto riguarda la partner ideale, sembra invece che gli uomini preferiscano di gran lunga le donne di media altezza (circa 1,65 m). In generale le donne alte risultano avere un potenziale inferiore, poiché gli uomini preferiscono essere più alti della loro compagna. A quanto sembra “altezza metà bellezza” non è propriamente vero… e utile.

8) “Le brune/more hanno meno chance di conquista rispetto alle bionde”?
Falso. Perché lo pensano soprattutto le donne. La bionda meglio della bruna o della mora è un mito da sfatare. Da un recente studio condotto sull'argomento, il 45% degli uomini interpellati ha espresso la preferenza per donne brune, contro il 37% delle bionde e il 18% delle rosse. Il gusto personale è sempre lontano da qualsiasi tipo di studio evolutivo o psicologico.

9) “I capelli lunghi sono più sexy dei capelli corti”?
Vero. La chioma fluente sembrerebbe essere preferita dal sesso forte, e nello stesso tempo è stato riscontrato un nesso positivo fra lunghezza dei capelli e potenziale riproduttivo: le donne che hanno avuto molti figli tendono ad avere i capelli più lunghi.

10) “Gli uomini apprezzano di più le donne spiritose”?
Falso. Se da un lato è dimostrato che gli uomini hanno tutto l'interesse a puntare sull'umorismo in fase di conquista, per le donne non sembra essere un'arma vincente. Secondo gli studi condotti sul fenomeno, pare infatti che gli uomini preferiscano le donne capaci di apprezzare l'umorismo, ma non necessariamente di essere spiritose. Secondo i ricercatori la ragione andrebbe individuata nel fatto che le donne spiritose potrebbero apparire dotate di tratti tipicamente maschili, quali la dominanza. E questa non è certo una caratteristica che l'uomo cerca in una donna.

Sono mora, spiritosa, alta, viso acqua e sapone, ho una voce “personale” e adoro il nero. Gli occhi, mio asso nella manica, non vengono nemmeno menzionati. Accidenti, ecco che si spiegano tante cose! E voi invece, cari lettori di Pink, cosa pensate riguardo i 10 punti? Vero o Falso?

Via Style.it

  • shares
  • Mail