Alla scoperta del mondo con Lara Miller, prima di perdere la vista

La storia di Lara Miller, la ragazza australiana affetta da retinite pigmentosa che viaggia per il mondo

Una foto pubblicata da @lovewalkeatsee in data:


Ci sono storie che dovrebbero spingerci a fare tesoro delle nostre vite, che si magari sono complicate, imperfette e al di sotto delle nostre altissime aspettative ma che possiamo cambiare, migliorare e vivere al meglio, avendo di fronte a noi un milione di possibilità. C’è chi queste possibilità le perde troppo presto e chi deve fare i conti con sentenze difficili da digerire e che limitano molto le proprie possibilità per il futuro. Oggi vi racconto la storia di Lara Miller, una ragazza australiana che ha deciso di girare il mondo prima di perdere la vista.

Lara è una ragazza di 33 anni che deve fare i conti con la diagnosi di retinite pigmentosa, una malattia genetica e degenerativa dell’occhio che gli è stata annunciata a 19 anni. Questa patologia non ha cura, con il passare del tempo si perde la visione periferica e si riesce a vedere solo nella parte centrale, come se si fosse dentro un cannocchiale.

Una foto pubblicata da @lovewalkeatsee in data:


Lara inizialmente ha reagito male, come è normale che sia, poi grazie ad una vacanza a Bali che le ha regalato lo zio, ha capito che doveva sfruttare tutto il tempo e la vista che aveva a disposizione per guardare il mondo e assaporare con gli occhi tutte le sfumature, i colori, le albe e i tramonti da una parte all’altra del nostro pianeta. Lara è stata in Islanda, Danimarca, Svezia, Norvegia, Francia, Italia, Svizzera, Paesi bassi, Germania, Grecia, Sud Africa, Canada, Irlanda, Singapore, Tailandia, Regno Unito, Stati Uniti, i prossimi viaggi sono previsti in Tasmania, Alaska, Giappone, Finlandia e Cambogia.

La vista di Lara va a singhiozzo, i giorni buoni si alternano a quelli meno buoni, ma con forza, coraggio, ottimismo e sempre sorretta dall’amore della sua vita, riesce a gestire anche le amarezze e le piccole sconfitte. Lara usa la macchina fotografica per immortalare i paesaggi che ad occhio nudo non vede o percepisce bene, grazie alle stampe può scoprire dettagli e particolari che aveva perso.

Ahhhh Iceland. 2013

Una foto pubblicata da @lovewalkeatsee in data:


Se volete seguire le avventure di Lara potete farlo tramite il suo profilo su Instagram.

Fonte | lastampa

  • shares
  • Mail