Le foto di Kate Middleton senza veli: condannato Closer

Alla fine i principi l'hanno avuta vinta! Le foto in topless di Kate Middleton che hanno fatto il giro del mondo mostrando la duchessa di Cambridge senza veli, sono costate care alla rivista Closer che è stata condannata nel processo per direttissima tenutosi in Francia.

La notizia è dell'ultimissima ora: la rivista ha avuto il tassativo divieto di diffondere o cedere le foto a seno nudo della principessa Kate, avendo altresì l'obbligo di consegnare alla famiglia reale britannica entro 24 ore gli scatti "rubati".

Si attendeva per oggi il verdetto che non ha tardato ad arrivare: la sentenza dei giudici di Nanterre, alle porte di Parigi, nel processo per direttissima contro il settimanale Closer è stata rapidissima e senza appello. A quanto divulgato dal sito della BBC, se la rivista diffonderà o cederà le foto della principessa Kate dovrà pagare un'ammenda di 10.000 euro.

Poteva andare decisamente peggio alla rivista francese rea di aver violato l'intimità di Kate e Harry, in quanto il magazine non verrà infatti ritirato dalla vendita. L'istanza della Famiglia reale è quindi stata accettata, anche se in parte, creando così un precedente legale in Francia.

A quanto dice la legge francese, infatti, scattare fotografie a qualcuno senza il suo permesso è un reato punibile con multe fino a 45mila euro e un anno di prigione: in realtà questa pena non era mai stata applicata se non in forma di multe puramente simboliche.

A quanto sostenuto da Aurelie Hamelle, comunque, avvocato della coppia reale rispetto all'increscioso avvenimento e che sulla seguente affermazione ha incentrato la sua arringa:

la coppia reale è stata fotografata in un momento intimo, in una scena di vita di coppia che non ha niente a che fare con la copertina di un giornale.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail