Inventarsi il lavoro: la venditrice di tempo

venditrice di tempoQuando si dice che il lavoro devi proprio inventartelo, per averlo, non è mai vero tanto quanto per una giovane donna asiatica che vende tempo. Il suo tempo, per la precisione. Nulla di nuovo sotto il sol levante, direte voi: in effetti le banche del tempo esistono già da tempo, come concetto almeno.

Chen Xiao, ventiseienne cinese, delusa dall’andazzo della propria vita – senza lavoro, sogni d’amore infranti, il disastroso terremoto che ha distrutto la sua terra – ha deciso di rivoluzionarla, affidandola agli altri. Che pagano perché lei faccia ciò che vogliono.

Il successo è stato immediato: si mette a disposizione per svolgere commissioni, esaudire desideri, fare ciò che gli altri non hanno il tempo di fare. E si fa pagare, vendendo la propria giornata a pezzettini nel suo negozio appositamente allestito su un sito simile a eBay. In un mese e mezzo guadagna circa 500 dollari: otto minuti del suo tempo valgono un euro circa.

Alcune proposte sono com’è facile aspettarsi non proprio innocenti: le declina e va avanti per la sua strada. Altre sono più spicciole: la gente le chiede di tenerle il cane, di accompagnare la suocera dal dottore, di offrire un pasto caldo ad un barbone, correre in giro per la città per recuperare un libro, un documento, una persona in attesa. Qualche volta le chiedono di chiedere scusa a qualcuno che ha subito un torto. Chissà se sarà fonte di ispirazione…

Via | ABCnews.com

  • shares
  • Mail