Escherichia coli: i sintomi da individuare e quali cure seguire

Scritto da: -

Il batterio dell’Escherichia coli può essere la causa di moltissime malattie: diversi i ceppi che esistono, alcuni benigni, altri decisamente pericolosi anche per l’essere umano. Il batterio può causare infezioni alle vie urinarie e anche gravissimi casi di diarrea, oltre che di intossicazioni alimentari.

Si può contrarre se ad esempio mangiamo carne cruda o se beviamo dell’acqua che sono contaminate, se si mangiano verdure e frutti non lavati bene. Il batterio può essere presente anche nel latte e nel succo non pastorizzati, ma il contagio può avvenire anche se non si lavano bene le mani dopo aver toccato un animale infetto o una persona malata.

I sintomi più comuni di infezione da Escherichia Coli sono nausea, forti crampi addominali, diarrea acquosa che presenta anche tracce di sangue, affaticamento. Alcuni ceppi di questo batterio possono anche causare febbre, non molto alta, e vomito. Solitamente i sintomi si presentano dopo 2-5 giorni dall’ingestione di alimenti contaminati e possono durare anche per otto giorni.

Le persone che sono affette da infezioni da Escherichia Coli devono essere curate il prima possibile: solitamente viene somministrato loro l’antibiotico, anche se alcuni studi hanno riscontrato che non sempre si tratta della terapia giusta da seguire, anzi, in alcuni casi avrebbe causato danni peggiori. Si tratta però di casi isolati, dal momento che la maggior parte dei pazienti in cura guarisce completamente dopo l’utilizzo di antibiotici.

Come sempre, la prevenzione è molto importante. Per questo gli esperti consigliano di lavarsi benissimo le mani dopo essere andati in bagno e dopo aver cambiato i pannolini dei bebé, ma anche dopo aver toccato degli animali e qualsiasi oggetto che possa venire a contatto con loro, mangiare carne e salumi cotti, non bere latte e succhi non pastorizzati, lavare bene frutta e verdura prima di consumarla cruda. Inoltre, bisogna lavare bene le mani e gli strumenti da cucina quando si preparano i piatti, per evitare contaminazioni.

Via | Farmacoecura

Foto | Mikamatto

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Pinkblog.it fa parte del Canale Blogo Donna ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.