Più di un milione di donne vittime di molestie sul lavoro

Moltissime le donne ricattate sessualmente sul posto del lavoro: ecco gli ultimi dati Istat.

Trovare un ambiente di lavoro sereno, per una donna, non è poi così facile. Secondo gli ultimi dati Istat, sono più di un milione e 308 mila le donne tra i 15 e i 65 anni che, nell’arco della vita, sono state vittime di violenze, ricatti e persino stupri. Questo è il quadro generale. Per entrare nel dettaglio, dobbiamo dire nel 62 percento dei casi chi commette violenza è il partner.

Per quanto riguarda il lavoro, invece, sono un 1 milione e 224mila le donne che sono state vittime di ricatti sessuali. Un dato pari all’8,5 per cento delle lavoratrici attuali o passate, incluse le donne in cerca di occupazione. Le molestie rappresentano il 31,2 per cento, i ricatti e le richieste di disponibilità il restante 68,8 per cento. Una vergogna, che macchia la vita professionale di molte signore.

La fotografia diventa allarmante ancor di più perché quando una donna subisce un ricatto sessuale, nell’81,7 percento dei casi non ne parla con nessuno sul posto di lavoro. Tutto viene insabbiato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail