Allergia all'henné: come capire se ne soffrite

L’allergia all’henné è un problema serio, anche perché convinti che i prodotti naturali non possano essere pericolosi, le donne si espongono a choc anafilattico.

L’allergia all’henné è molto più diffusa di quanto non si creda. È un prodotto tipico della fitocosmesi derivato dalle foglie essiccate e polverizzate di un arbusto (Lawsonia inermis L. fam. Lythraceae) comunemente chiamato henna. Si usa per colorare i capelli di rosso o per lucidarli oppure per realizzare scenografici tatuaggi. Oggi viene utilizzato come colorante anche tessuti ed unghie.

Quello che si trova in commercio però non è mai solo hennè, per aumentarne la colorazione (soprattutto il vivace rosso) viene miscelano con altre piante o pigmenti. È quindi davvero complicato stabilire a cosa si è allergici. In teoria si tratta di un prodotto naturale di qualità ottima, che addirittura si può utilizzare per proteggere le nostre chiome. Detto ciò anche i pollini sono naturali eppure sono spesso causa di allergia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail