Elisabetta Ballarin si laurea con lode, sono lontani i tempi delle Bestie di Satana


Per Elisabetta Ballarin sono lontani i tempi delle Bestie di Satana. Ieri mattina si è laureata con 110 e lode con una tesi Educare all'arte, discussa all'Accademia di Santa Giulia. Accanto a lei, durante la discussione i suoi familiari, gli amici più cari, ma anche Francesca Paola Lucrezi, la direttrice del carcere di Verziano dove Elisabetta sta pagando la sua pena.

Per la Ballarin è iniziata una nuova vita e nel suo viso così sereno si legge un equilibrio ritrovato. Resta per il fatto che questa ragazza dovrà passare in galera ancora molti anni, per aver ucciso, con il suo fidanzato d’allora Andrea Volpe e Nicola Sapone, Mariangela Pezzotta, vittima delle Bestie di Satana.

I giorni del dolore sono lontani, sono passati. Non si può dimenticare e forse non è possibile neanche perdonarsi, ma si può andare avanti. Elisabetta ieri era bellissima, elegante e tesa, come ogni laureanda il giorno della tesi. Ha dimostrato di essere diventata una donna, presentando il suo lavoro con fermezza e decisone. La laurea è stato un percorso lungo e anche difficile. Il primo anno ha potuto seguire le lezioni, poi ha ottenuto il permesso di frequentare alcuni corsi.

Le restano 9 anni di prigione. Un tempo lunghissimo che Elisabetta vuole ottimizzare con lo studio:

Dopo il diploma accademico, che è del tutto identico a una laurea breve voglio fare altri due anni di specialità per il titolo di studio finale.

E quando la pena sarà finalmente terminata?

Spero di trovare in fretta un'attività professionale... Speriamo bene.

Via| Corriere
Foto| TM News

  • shares
  • Mail