Mal di stomaco e gastrite: cosa mangiare e quali alimenti evitare

gastrite

Con i termini mal di stomaco e gastrite si intendono una serie di disturbi che derivano dall'infiammazione della mucosa gastrica, provocata dalla produzione eccessiva di succhi gastrici. Se si tratta di disturbi frequenti è bene consultare il proprio medico per una diagnosi corretta: potrebbe trattarsi di gastrite cronica e in quel caso una dieta equilibrata non basta a migliorare il fastidio. Se si tratta invece di gastrite acuta, ovvero si è soggetti (non di frequente) a improvvise e intense fitte di bruciore allo stomaco, allora basterà seguire alcuni consigli pratici.

Ridurre considerevolmente l'assunzione di alcol e sigarette e le situazioni che generano stress. Dedicare almeno mezz'ora ad ogni pasto, dando il tempo al corpo di assimilare il cibo ingerito; masticare con calma ed evitare di leggere o stare al pc mentre si mangia: sono i primi passi per rilassare mente e sciogliere le tensioni dell'apparato digerente. Dedicarsi alla meditazione o allo yoga, anche solo per quindici minuti al giorno. Evitare i cibi iperprocessati, i condimenti troppo pesanti e le spezie piccanti, sì a cotture semplici come quelle al vapore o alla griglia.

Attenzione agli alimenti acidi e agli agrumi, mentre sono molto indicate le mele, le banane e le pesche. Via libera a yogurt e formaggi ma solo se sono freschi, magri e naturali. Un aiuto fondamentale per alleviare il bruciore arriva dalle tisane digestive alle erbe (quella all'achillea è perfetta), dal tè al prezzemolo o alla menta, dal succo di cavolo, di barbabietola o di carota. Una soluzione semplice ma efficace? La classica camomilla, che aiuta a distendere mente e stomaco.

Via | Benessereblog
Foto | TM News

  • shares
  • Mail