Come vestirsi bene e con semplicità abbinando pochi capi base


Vestirsi bene non può e non deve essere un problema. La moda è uno strumento in mano alle donne, per essere più belle e soprattutto all’altezza di ogni occasione. Questo tema, nella settimana della moda milanese, è particolarmente attuale. Abbiamo potuto seguire le sfilate e vedere donne bellissime calcare la passerella, con passo sicuro e indossando creazioni incredibili. Sono modelle, è vero, ma la bellezza non è una cosa esclusiva, per pochi. Come si fa quindi ad abbinare pochi e semplici capi nel modo giusto?

La prima cosa da fare è imparare a fare shopping. Non bisogna acquistare senza logica, presi solo dall’emozione e dalla voglia di possedere. È necessario sempre fare compere con la consapevolezza di quello che abbiamo nell’armadio. Ogni capo deve essere sfruttabile almeno in tre modi diversi, perché associando pochi abiti ma in diversi abbinamenti si possono avere numerosi look differenti.

Non deve mai mancare nel guardaroba di una signora: una camicia bianca, una gonna nera e possibilmente anche un abito tubino (stile Audrey Hepburn), una giacca Chanel che può essere abbinata sia con la gonna per un’occasione importante o per l’ufficio, sia con jeans per un look più informale, ma sempre molto chic. Quest’anno trionfano altri due capi interessanti: il gilet (decantato anche da Jil Sander) e il cardigan, che possono in entrambi i casi sostituirsi alla giacca.

Per abbinare correttamente questi capi è necessario evitare di mettere insieme colori troppo forti, meglio giocare sui contrasti che sui toni. Evitate di associare fantasie differenti e soprattutto dimenticate lo stile cipolla. Va bene solo in montagna. Inoltre, l’eleganza dipende al 90 percento dalla scarpa. Un tacco dà sempre un’aria raffinata, anche al pantalone sportivo.

Foto! Alberta Ferretti su Facebook

  • shares
  • Mail