Tendenze colore capelli: per l'estate 2016 addio shatush e benvenuto hair strobing

Luce nei capelli, ma non con lo shatush. La nuova frontiera della decolorazione si chiama infatti hair strobing. Scopriamo in che cosa consiste

La bella stagione è sempre più vicina e per chi ama essere sempre al passo con le nuove mode è giunto il momento di pensare al restyling da cambio clima. E se per l'abbigliamento magari abbiamo già le idee chiare, forse per la parte beauty ci può tornare utile un piccolo aiuto.

In particolare, se non sappiamo quali saranno le nuove tendenze capelli per la primavera estate 2016, sfogliare Pinkblog può essere d'ispirazione per tagli e acconciature, ma anche ultimi trend colore. O magari de-colore! Eh si, perché la stagione calda ci rende ogni anno più "luminose", grazie a tecniche di schiarimento innovative che ci fanno sentire baciate dal sole.

E se statush e balayage sono stati per molto tempo i metodi preferiti anche delle star per riflessare le chiome, il futuro della colorazione-decolorazione oggi si chiama hair strobing e di fatto è un "perfezionamento" dei suoi predecessori.

Tre i capisaldi di questa nuova tecnica: armonizzare i colpi di luce con la forma del viso (e soprattutto con l'altezza degli zigomi), applicare tinta e schiarente in modo non uguale, facendo in modo che le parti più chiare siano di spessori differenti. Infine, a differenza dello statush, partire rigorosamente dalle radici e non dalle punte.

L'effetto finale è molto naturale e agisce come un vero e proprio "contouring" anche del viso, riproporzionando le forme grazie ad un gioco di luci ed ombre dato dai capelli.

Come per tutte le altre tecniche di highlighting, anche l'hair strobing sta bene su qualunque tipo di colore di base, tranne quelli già naturalmente molto chiari o al contrario neri. In quest'ultimo caso lo schiarente va supportato da una tintura castana o ramata.

Hair strobing

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail