Abbronzatura 3D, la tecnica da scoprire per l'estate

Come si ottiene un’abbronzatura 3D? Ecco la tecnica da provare a casa con effetto tan per prepararsi all’estate.

L’abbronzatura è molto importante per avere un aspetto sano e piacevole durante la bella stagione. Non c’è bisogno di avere un colore biscotto, è sufficiente una tonalità dorata, giusto per mostrare gambe e braccia senza vergogna. Come fare? Le vacanze sono ancora lontane, ma il trucco ci viene incontro con una nuova tecnica. Si chiama abbronzatura 3D.

È un’evoluzione del contouring, studiata da Marissa Carter, creatrice del brand Cocoa Brown, e applicata dalla makeup artist ufficiale delle sorelle Kardashian, Joyce Bonelli. Perché parliamo di tecnica 3D? Perché serve a esaltare alcune zone, mettendo in risalto i punti di forza e ovviamente nascondendo i difettucci. L’effetto si ottiene in 3 passaggi, utilizzando autoabbronzanti di tonalità diverse.

Una foto pubblicata da jOYCEBONELLi™ (@joycebonelli) in data: 26 Feb 2016 alle ore 17:22 PST

Come si fa? Prima bisogna scegliere un autoabbronzante in mousse da spalmare con un guanto su tutto il corpo: si deve attendere almeno un’ora e poi ci si lava (una bella doccia). Il secondo passaggio prevede di applicare un gel autoabbronzante per il viso da applicare con il pennello del fondotinta. Bisogna insistere sui punti maggiormente baciati dal sole (naso, zigomi e fronte e scollatura seno). Infine, bisogna applicare un olio effetto shine su zigomi, tempie, clavicola, braccia e gambe.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail