Cellulite, i massaggi adatti a sconfiggere ogni tipo di effetto a buccia d'arancia

Come si sconfigge correttamente la buccia d’arancia? Ecco qualche consiglia per massaggiare correttamente la cellulite

cellulite

La cellulite non è tutta uguale e questa è una triste realtà. Perché triste? Perché molto spesso si fanno dei trattamenti pensando di contrastare la buccia d’arancia ma se non si sceglie il prodotto o la tecnica giusta, si rischia di non ottenere i risultati sperati. Ci sono tre tecniche base (impastamento, lisciaggio e rotazione) da mettere in pratica a seconda della zona del corpo.

L’impastamento alterna dei movimenti di impastamento lenti e profondi spostando le dita simultaneamente. Avete presente come si impasta la farina? È molto simile. Si utilizza su cosce e fianchi ma anche su collo e spalle. Il lisciaggio invece sono movimenti ampi, che vanno eseguiti lungo la coscia verso i fianchi, sui glutei dall’alto verso il basso e dal collo alla spalla.

Poi c’è il pizzicare e ruotare, attraverso cui si solleva la pelle con le dita. È ideale per l’interno coscia, sui glutei dall’alto verso il baso, ma anche sulle braccia. Gil Amsallem, osteopata e chinesiterapeuta, esperto di drenaggio linfatico manuale, nel libro “La pratica dell’auto-massaggio” (Edizioni First), a Glamour ha dichiarato:

Il massaggio dovrebbe durare circa 7 minuti al giorno. Occorre ripetere le gestualità da 10 a 20 volte, in modo da accelerarne gli effetti. 10 cerchi non rappresentano altro che 10 secondi: più si prolungherà la stimolazione meccanica, meglio agirà il massaggio. Uno dei segreti consiste nella progressione: si comincia in modo leggero e si prosegue mano a mano più intensamente, in modo da dare alla pelle il tempo di abituarsi.

  • shares
  • Mail