Creme solari: 5 consigli per metterle anche in città

La crema solari va usata in città proprio come in vacanza per proteggere la pelle dai danni del sole.

on the beach, bali

Le creme solari sono spesso trattate come un prodotto stagionale che vanno utilizzate durante le vacanze al mare e all’occorrenza in montagna. È una visione scorretta. Il sole batte sempre e ovunque, anche in città. Per proteggere correttamente la nostra cute dovremmo quindi indossarle tutto l’anno. A beneficiarne soprattutto la presunta giovinezza: si arriva a dimostrare fino a 4 anni meno della propria età.


  • Il sole cittadino è amplificato a causa dello smog e provoca eritemi, scottature e arrossamenti.
  • Applicare creme dalla doppia funzione: sia idratante sia protettiva, preferendo formulazioni che contengano antiossidanti e poliptediti, cioè fattori di crescita naturali che hanno un’azione antinfiammatoria e di ristrutturazione del DNA delle cellule dell’epidermide.
  • I prodotti schermanti da città hanno una consistenza leggera e di rapido assorbimento, formulata per essere sopportata nella vita quotidiana, anche sotto il trucco.
  • In estate la protezione solare deve essere contro tutti i tipi di raggi, in inverno, invece, la preferenza deve essere accordata ai filtri UVA (responsabili dell’invecchiamento).
  • Che protezioni usare? Fino ad aprile un filtro SPF15, poi da maggio a giugno salire al 20, per l’estate ci vuole un 30. Si usa la 50 in caso di macchie, rughe, couperose o interventi di medicina estetica.

Via | IODONNa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail